Categoria:News

Tour Vietnam. Sprint di tong thanh tuyen

di Anna Santilli

Ancora uno sprint a sette che ha deciso le sorti della 12 tappa del Tour del Vietnam, la Buon Me Thout a NBA Trang di 190 km. Volata perfetta del corridore vietnamita Tong Thanh Tuyen, portacolori del team(Quan Di) che ha bruciato i connazionali Da Van Thang e terzo Nguyen Van Duong. Il gruppo arrivato a 50″ secondi viene regolato da Huynh Thanh Tung. La maglia gialla di leader è sempre sulle spalle di Nguyen Van Hoai della Duoc Domesco Dong Thap. Domani 1 giugno la corsa asiatica osserva il secondo giorno di riposo. Si riprende martedì con la 13 frazione Nha Trang di km 36.



Dino zandegu’, oggi compie 80 anni

di Claudio Visci

Il velocista Dino Zandegu’, oggi domenica 31 maggio 2020 spegne 80 candeline. Nato a Rubano, nel padovano, il 31 maggio 1940, è stato un ottimo corridore. Professionista dal 1963 al 1972, seppe vincere nella sua carriera un Giro delle Fiandre del 1967, precedento allo sprint il belga Fore’, sei tappe al Giro d’Italia e una Tirreno-Adriatico del 1966. Da dilettante conquistò la medaglia d’oro nel 1962 a Salò. Divenne celebre anche per il suo comportamento scanzonato ed estroverso. Ha corso con le divise della Ignis, Cynar, Bianchi, Salvarani e G.B.C. Si è ritirato nel 1972. Adesso è spesso ospite la domenica nella trasmissione sportiva “Quelli Che il Calcio”, in veste di inviato in collegamento da un pub sportivo accanto a Federico Russo. Un uomo di compagnia, allegro e sempre sorridente, di una personalità forte e garbata.



Storie del giro d’Italia. Chris Froome 2018

di Claudio Visci

Chris Froome, dopo i 4 Tour de France, 2 Vuelta, si aggiudica alla grande la 101° edizione del Giro d’Italia. È il sesto successo del keniano- bianco nei tre grandi Giri. La Corsa Rosa partita da Gerusalemme(Israele) prima sede extraeuropea ha riscosso nelle tre tappe un fiume di pubblico eccezionale. Nella crono d’apertura, vittoria compiuta da Tom Dumoulin, vincitore l’anno scorso e prima maglia rosa. A Tel Aviv sprint di Elia Viviani, che si ripete a Eliat con Rohan Dennis in rosa. Il velocista Viviani coglie la terza vittoria a Nervesa della Battaglia. A Caltagirone impresa del belga Tim Wellens, Enrico Battagnin trionfa a Valle del Belice. Nel primo arrivo in quota sull’Etna Esteban Chávez fa il vuoto e domina con il compagno di squadra Simon Yates, che conquista il primato. L’irlandese Sam Bennett s’impone a Praia a Mare, mentre l’ecuadoriano Richard Carapaz arriva in solitaria al Santuario di Montevergine. Nella tappa del Gran Sasso/ Campo Imperatore Simon Yates supera tutti. In Umbria, a Gualdo Tadino lo sloveno Matej Mohoric si afferma per distacco. Seconda perla di Yates a Osimo e di Bennett a Imola. Sul terzo arrivo in quota Froome esce allo scoperto e conquista al Giro la prima vittoria, sul Monte Zoncolan. Il giorno dopo a Sappada si prende la rivincita Yates e conserva la rosa. La crono Trento- Rovereto premia lo specialista Dennis. Quarto sprint di Viviani a Iseo, invece a Prato Nevoso brinda con il prosecco”Astoria” il tedesco Maximilian Schachmann. Nella 19° frazione avviene il capolavoro meraviglioso di Froome che si prende tappa e maglia. A Cervinia assolo dello spagnolo Mikel Nieve e Sam Bennett conclude l’ultima tappa a Roma con la terza vittoria. Chris Froome(Sky) trionfa al Giro d’Italia con un vantaggio di 46″ secondi su Tom Dumoulin. Al terzo posto si piazza il colombiano Miguel Angel Lopez arrivato a 4’57”. Due italiani nella top ten: Domenico Pozzovivo quinto a 8’03” e decimo Davide Formolo a  15’16” dal fuoriclasse inglese.

 



Tour vietnam. Vittoria di Ngo van phuong

di Claudio Visci

In un circuito cittadino breve e veloce come quello di Buon Me Thout di 3 km da ripetere 17 volte per un totale di 52 km. Il vietnamita Ngo Van Phuong si è imposto per distacco nell’undicesima tappa del Tour del Vietnam. Alla piazza d’onore con un ritardo di 41″ secondi è arrivato Dang Van Bao Anh e terzo l’altro asiatico Huynh Nhut Hoa. In classifica generale resta sempre in giallo il leader Nguyen Fan Hoai, portacolori della Duoc Domesco. Domani 31 maggio 12 frazione Buon Me Thout NBA Trang di 190 km.



Storie del giro d’Italia. Tom dumoulin 2017

di Claudio Visci

Trionfa l’olandese Tom Dumoulin(Sunweb) che si aggiudica la 100° edizione del Giro d’Italia, svoltosi dal 5 al 28 maggio 2017. È il primo ciclista dei Paesi Bassi ad imporsi alla Corsa Rosa. Sede di partenza del Giro è la Sardegna con tre tappe: a Olbia vittoria di Lukas Postlberger, nuova maglia rosa; a Tortolì il velocista André Greipel; a Cagliari Fernando Gaviria. Si va in Sicilia con l’arrivo sull’Etna con il successo in solitaria dello sloveno Jan Polanc, mentre il lussemburghese Bob Jungels si prende il primato per cinque giorni. Bis del velocista colombiano Gaviria a Messina e lo svizzero Silvan Dillier brilla alle Terme Luigiane. Il velocista australiano vince allo sprint a Alberobello e gli risponde lo spagnolo Gorka Izagirre a Peschici, nella seconda tappa in Puglia. Nel secondo traguardo in quota, in Abruzzo sul durissimo Blockhaus Nairo Quintana arriva da solo. Il colombiano è maglia rosa. Dopo il riposo, Tom Dumoulin domina la crono di Montefalco e conquista anche la maglia rosa. Lo spagnolo Omar Fraire sferra il colpo grosso a Bagno di Romagna. A Reggio Emilia secondo successo di Gaviria in volata e fa il tris nella frazione di Tortona. Sul Santuario di Oropa fa doppietta Dumoulin che mantiene saldamente il primato. L’ex maglia rosa Jungels trionfa a Bergamo. Dopo il secondo giorno di riposo, la 16° tappa più attesa con l’arrivo a Bormio. Finalmente arriva la prima e l’unica vittoria italiana in questo Giro da parte del fuoriclasse Vincenzo Nibali. Canazei incorona il francese Pierre Roland, invece a Piancavallo lo scalatore spagnolo Mikel Landa vince alla grande, mentre ad Asiago Quintana si riprende la rosa. Mette la firma Thibaut Pinot che finisce il Giro al quarto posto. Crono finale a Milano dell’olandese Joe Van Emden. Tom Dumoulin recupera 53″ secondi a Quintana e vince il Giro d’Italia con un vantaggio di soli 31″ sul colombiano Nairo Quintana. Terzo si classifica Vincenzo Nibali con un ritardo di 40″ secondi. L’anno dopo nel 2018 Toum Dumoulin conclude al secondo posto al Giro e al Tour, dietro Chris Froome e Geraint Thomas.



Tour vietnam

di Anna Santilli

Seconda vittoria di Tran Tuan Kiet, portacolori della Dopagan Dong Thap allo sprint nella decima tappa, la Pleiku Buon Me Thuot di 180 km. A 30 km dalla conclusione si è sganciato un gruppetto di sette corridori che si sono giocati la vittoria in volata al Tour del Vietnam. Al secondo posto è finito il connazionale vietnamita Quang Van Cuong e terzo sul podio è arrivato Ha Kiev Tan Dai. In testa alla classifica generale resta al comando Nguyen Tan Hoai della Duoc Domesco. Oggi sabato 30 maggio 11 frazione Buon Me Thuot di km 50.



Mountain bike. La appenninica rinviata a settembre

di Anna Santilli

È stata rimandata alla settimana dal 27 settembre al 3 ottobre 2020, la Appenninica MTB Parmigiano Reggiano, la gara a tappe di 460 km è tra le più dure del calendario internazionale. La seconda edizione della gara originariamente collocata dal 19 al 25 luglio, in seguito rinviata all’epidemia del covid-19, attraverso le province di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma. È una corsa molto dura in sette tappe, al tempo stesso affascinante di una natura talmente meravigliosa.



Storie del giro d’Italia. Vincenzo Nibali 2016

di Claudio Visci

È al suo quarto successo nei grandi Giri e al secondo Giro d’Italia vinto nel 2016. È il siciliano Vincenzo Nibali. La 99° edizione della Corsa Rosa partì da Apeldoorn, in Olanda con la crono inaugurale che vide il successo di Tom Dumoulin. A Nimega e Arhnem doppietta del forte velocista tedesco Marcel Kittel che conquista anche la maglia rosa. A Praia a Mare  stupendo volo di Diego Ulissi e a Benevento impone lo sprint André Greipel con Dumoulin in rosa. Il belga Tim Wellens in solitaria a Roccaraso- Aremogna, in Abruzzo nel primo arrivo in salita. Si ripete a Foligno Greipel, mentre ad Arezzo la spunta Gianluca Brambilla che va in rosa. Nella crono di Greve in Chianti domina la prova lo specialista Primoz Roglic e a Sestola s’impone l’abruzzese Giulio Ciccone. La maglia rosa passa al lussemburghese Bob Jungels. Seconda sciabolata di Ulissi a Asolo. Greipel ottiene sul traguardo di Bibione il terzo successo. Andrey Amador nuova maglia rosa. A Cividale del Friuli lo scalatore spagnolo Mikel Nieve vince per distacco. Il colombiano Esteban Chávez trionfa a Corvara e l’olandese Steven Kruijswiik conquista la rosa. Nella cronoscalata di Alpe di Siusi si prende a sorpresa la tappa, il russo Aleksandr Foliforov. La vecchia volpe Alejandro Valverde brinda ad Andalo. Il tedesco Roger Kluge sfreccia a Cassano D’Adda, mentre Pinerolo incorona Matteo Trentin. Nella 19° frazione con arrivo a Risoul in Francia, il capolavoro di Vincenzo Nibali aiutato alla grande dal compianto Michele Scarponi, vince e si insidia al secondo posto. Kruijswijk cade in discesa in mezzo alla neve e addio alla classifica. A Sant’Anna di Vinadio il lettone Rein Taaramae centra il bersaglio, mentre Nibali stacca in salita Chávez e veste la maglia rosa. A Torino allo sprint vince di giustezza Nikias Arndt. Settimo successo tedesco alla Corsa Rosa. Vittoria incredibile di Vincenzo Nibali(Astana). Alla piazza d’onore Esteban Chávez a 52″ e terzo sul podio Alejandro Valverde con un ritardo di 1’17” dal vincitore italiano.

 

 



Tour Vietnam

di Claudio Visci

Il capoclassifica Nguyen Tan Hoai, cala un poker fantastico nella nona tappa del Tour del Vietnam, infilando il gruppo in volata, nella Quy Nhon- Pleiku di 167 km. Alla piazza d’onore si è piazzato il connazionale Trinh Du Tam(Tap Down Loc) e terzo sul podio lo spagnolo Javier Sarda Perez che difende i colori della Thanh Phochi. Il portacolori della Duoc Domesco è sempre in maglia gialla della generale. Domani decima frazione Pleiku- Buohme Thuot di km 180.



Firenze vuole la partenza del Tour de France

di Anna Santilli

La Regione Toscana vuole candidarsi ad ospitare uniti con l’Emilia Romagna ad ospitare la partenza della corsa francese. Nel corso della presentazione del piano” Rinasce Firenze” a Palazzo Vecchio, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha ribadito che ci sono buone prospettive e speranze per avere la tappa iniziale della Grande Boucle. Nel 2021, la Grand Depart del Tour de France si svolgerà a Copenaghen, in Danimarca. Il 2023 sarà l’occasione importante di avere un grandissimo evento sportivo in Italia.