Categoria:News

Giro d’Italia. Cerny trionfa solitario ad Asti. Tappa accorciata per la protesta dei corridori



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Morbegno, in provincia di Sondrio in Lombardia, è un centro principale della Valtellina. Con interesse da vedere il Ponte di Ganda, costruito a cavallo tra il 400 e il 500; il Palazzo Malacrida, in stile veneziano del 1761 e la Collegiata di San Giovanni Battista del 1560. La Chiesa di San Pietro e la Chiesa di San Martino, tra le più importanti. La cucina valtellinese propone gnocchi alla gorgonzola, tagliatelle di grano pizzoccheri, il piatto tipico. Le manfrigole sono crespelle con ripieno di formaggio. Tra i dolci più tradizionali, la bisciola, si tratta di una pagnotta arricchita di uvetta, noci, fichi, la coppetta a base di ostie, miele e noci, la torta di fioretta della Valchiavenna.

Asti, è un comune definito astigiano. La città piemontese presenta il più vasto patrimonioartistico e architettonico. Numerose sono torri, chiese e palazzi, tra i più celebri, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, medievale, la Collegiata di San Secondo, dove sono custodite le reliquie del patrono. Il più importante sicuramente è il Palazzo Malabaila del 500, il Palazzo di Michelerio, di origine cinquecentesca. Poi, citiamo monumenti, siti archeologici, riserve naturali di rilevanza nazionale. Asti è stata cinque volte sede di arrivo del Giro d’Italia, l’ultima nel 2020. Tra i piatti tipici, il riso coi porcini, canestrelli del canavese. Il dolce più amato è il” Bunet”, dolce a base di amaretti e cacao. Tra i vini conosciuti in tutto il mondo, in particolare l’Asti Spumante.

In alto: le Torri di Asti



Giro d’Italia. 19 tappa venerdi 23 ottobre morbegno- asti km 253

di Claudio Visci

È l’ultima tappa per i velocisti, la più lunga del Giro con i suoi 253 km da Morbegno ad Asti. Si costeggia il lago di Como e si attraversa la Pianura Padana fino ad Alessandria. I due T.V. a Vigevano e a Masio. Si prevede pioggia e freddo. Tre corridori racchiusi in 15″ secondi: Kelderman, Hindley e Geoghegan.

Favoriti: Demare, Sagan, Viviani.



Giro d’Italia. Festa in casa sunweb. Trionfa hindley. Kelderman in rosa

di Claudio Visci

Doppietta Team Sunweb,  l’australiano Jai Hindley si aggiudica la 18 tappa del Giro d’Italia, Pinzolo- Laghi di Cancano di 207 km. Sprint a due, e successo del 24 enne Hindley che batte di misura il britannico Tao Geoghegan Hart(Ineos) al termine di una giornata terribile. Terzo lo spagnolo Pello Bilbao(Bahrain) a 46″, mentre quarto arriva Jakob Fuglsang(Astana) a 1’25”. L’olandese Wilco Kelderman conquista la maglia rosa. Il suo compagno di squadra Hindley a 12″ e Geoghegan a 15″ secondi. Crollo del portoghese João Almeida(Deceuninck) per 15 giorni leader della corsa e Vincenzo Nibali(Trek- Segafredo) arrivato a 4’51. L’australiano Rohan Dennis(Ineos) è passato primo al Passo dello Stelvio- Cima Coppi. Oggi 19 frazione con partenza da Morbegno e traguardo ad Asti dopo 253 km. È la tappa più lunga del Giro. Può esserci la cinquina del velocista francese Arnaud Demare?

Ordine d’arrivo:1. Hindley Jai (AUS) km 207 in 6.03’03”, media 34,210

2. Geoghegan Hart Tao (GBR)

3. Bilbao Pello (SPA) a 46″

4. Fuglsang Jakob (DAN) a 1’25”

5. Kelderman Wilco (NED) a 2’18”

6. Konrad Patrick (AUT) a 4’04”

7. Almeida João (POR) a 4’51”

8. Nibali Vincenzo (ITA)

9. Pernsteiner Hermann (AUT)

10. Masnada Fausto (ITA) a 4’55”

Classifica Generale:1. Kelderman Wilco (NED)

2. Hindley Jai (AUS) a 12″

3. Geoghegan Hart Tao (GBR) 15″

4. Bilbao Pello (SPA) 1’19”

5. Almeida João (POR) a 2’16”

8. Nibali Vincenzo (ITA) a 5’47”

9. Masnada Fausto (ITA) a 6’46”



Vuelta. L’irlandese martin brucia roglic e carapaz a laguna negra

di Claudio Visci

Daniel Martin mette il sigillo sulla terza tappa della Vuelta Espana e regala un altro successo alla Israel Start Up Nation, dopo la splendida vittoria di Alex Dowsett al Giro d’Italia. La frazione Lodosa- Laguna Negra di 166 km, con un altro arrivo in salita. Al posto d’onore la maglia rossa, lo sloveno Primoz Roglic, il capitano della Jumbo- Visma ha dimostrato di essere il più forte, in tre tappe una vittoria e due secondi posti. Terzo l’ecuadoriano Richard Carapaz(Ineos). Da segnalare infine due ritiri eccellenti: non sono partiti il francese Thibaut Pinot, a causa di dolori alla schiena, e lo sloveno Matej Mohoric, frattura alla scapola. Oggi 4 frazione pianeggiante, Garray- Enea de los Caballeros di km 191,7.

Ordine d’arrivo:1. Martin Daniel (IRL) km 166 in 4.27’49”, media 39,450

2. Roglic Primoz (SLO)

3. Carapaz Richard (ECU)

4. Poels Wouter (NED) a 4″

5. Vlasov Aleksandr (RUS) a 7″

Classifica Generale:1. Roglic Primoz (SLO)

Martin Daniel (IRL) a 5″

3. Carapaz Richard (ECU) a 13″

 



Giro d’Italia. Vittoria di hindley su geoghegan. Maglia rosa a kelderman



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Pinzolo(TN), è un comune nell’alta Val Rendena, è il maggiore centro della valle ed è situato fra l’Adamello e il Brenta. La Chiesa di San Virgilio, tra cui la Torre Campanaria in stile gotico dell’altezza di 72 metri è la più alta del Trentino. Parlando di sport, sono tanti gli eventi sportivi conclusi con la Coppa del Mondo di sci alpino, tappe del Giro d’Italia, ritiri estivi di molte formazioni di serie A di calcio. Tra i piatti, da mangiare la polenta di patate, tortino di funghi, zelten di ricotta.

I Laghi di Cancano, sono due bacini idrici artificiali, nella Valle di Fraele nel comune di Valdidentro, rinomata località turistica dell’Alta Valtellina, in provincia di Sondrio. La costruzione dell’invaso cominciò nel 1940, ma a causa della guerra, l’opera fu terminata nel 1950.

In alto: i Laghi di Cancano, nel Parco Nazionale dello Stelvio.



Giro d’Italia. 18 tappa giovedi 22 ottobre pinzolo- laghi di cancano

di Claudio Visci

È il tappone decisivo del Giro. Si passa lo Stelvio, Cima Coppi. L’arrivo ai Laghi di Cancano rappresenta il quarto traguardo in salita. Si parte da Pinzolo, subito dopo a 1681 di Passo Campo Carlo Magno. Il secondo G.P.M. è l’inedito Passo Castrin a quota 1704 metri. Da Prato dello Stelvio si inizia la lunga scalata di 25 km dello Stelvio con una pendenza costante al 10%. Si scende a Bormio e, poco dopo si riprende a salire verso le Torri di Fraele, fino ai 1945 metri del Laghi di Cancano, nel Parco Nazionale dello Stelvio.

Favoriti: Hidley, Almeida, Nibali.



Giro d’Italia. L’australiano o’ connor si prende la rivincita e trionfa a madonna di campiglio

di Claudio Visci

Dopo la piazza d’onore di martedì a San Daniele del Friuli, l’australiano Ben O’ Connor(EF Pro Cycling) si afferma in solitaria nella 17 tappa del Giro d’Italia, con arrivo a Madonna di Campiglio dopo 203 km, davanti all’austriaco Hermann Pernsteiner(Bahrain McLaren) e Thomas De Gendt(Lotto- Soudal) a 31″. Quarto il russo Ilnur Zakarin(CCC Team) a 1’10”. Frazione impegnativa partita da Bassano del Grappa, decisa da una fuga di 19 attaccanti. Quattro i G.P.M. con il Monte Bondone. Il gruppo si disinteressa dei fuggitivi e nessuno sembra intenzionato ad attaccare la maglia rosa. Il portoghese Joao Almeida(Deceuninck) conserva il primato con 17″ di vantaggio sull’olandese Wilco Kelderman(Team Sunweb). Oggi 18 frazione Pinzolo- Laghi di Cancano di km 207. Si può decidere il Giro con il temibile Passo dello Stelvio. E la resa dei conti.

Ordine d’arrivo:1. O’Connor Ben (AUS) km 203 in 5.50’59”, media 34,703

2. Pernsteiner Hermann (AUT) a 31″

3. De Gendt Thomas (BEL) a 1’10”

4. Zakarin Ilnur (RUS) a 1’13”

5. Frankiny Milian (SVI) a 1’55”

Classifica Generale:1. Almeida João (POR)

2. Kelderman Wilco (NED) a 17″

3. Hindley Jai (AUS) a 2’58”

4. Geoghegan Hart Tao (GBR) a 2’59”

5. Bilbao Pello (SPA) a 3’12”



Vuelta. Marc soler in solitaria a lekunberri

di Claudio Visci

Il 27 enne spagnolo Marc Soler si afferma per distacco nella seconda tappa della Vuelta Espansa, la Pamplona- Lekunberri di 151 km. L’attacco decisivo del capitano della Movistar, scatta a 13 km dal traguardo e non viene più ripreso. Per Soler si tratta della prima vittoria in una grande corsa a tappe. Lo sloveno Primoz Roglic(Jumbo- Visma) controlla il gruppo e regola in volata l’irlandese Daniele Martin(Israel Start Up Nation) e terzo l’ecuadoriano Richard Carapaz(Ineos Grenadier) a 9″ secondi. Quarto Alejandro Valverde(Movistar). Roglic, grazie al l’abbuono consolida la maglia rossa. Oggi 3 frazione Lodosa- Laguna Negra di 151,6 km.

Ordine d’arrivo:1. Soler Marc (SPA) km 173 in 3.47’04”, media 41,520

2. Roglic Primo (SLO) a 19″

3. Martin Daniele (IRL)

4. Carapaz Richard (ECU)

5. Valverde Alejandro (SPA)

Classifica Generale:1. Roglic Primo (SLO)

2. Martin Daniele (IRL) a 9″

3. Carapaz Richard (ECU) a 11″