Giro d’Italia. Alberto Dainese brucia Gaviria a Reggio Emilia! Terzo consonni

di Claudio Visci

Finalmente è arrivata la prima vittoria italiana nella undicesima tappa del Giro d’Italia 2022. Sul traguardo di Reggio Emilia il giovane velocista Alberto Dainese(Team DSM) supera in rimonta in uno sprint pazzesco beffando Fernando Gaviria(UAE Emirates) e Simone Consonni(Cofidis). La cronaca di corsa registra dopo pochi km dal via da Santarcangelo Filippo Tagliani(Drone- Hopper Androni) e Luca Rastelli(Bardiani Faizane’) in fuga per oltre 100 km. Raggiunti i due fuggitivi italiani, ci prova a 58 km dalla fine il belga Dries De Bondt(Alpecin- Fenix) che è stato ripreso a 1500 metri dalla linea d’arrivo. Abbiamo sentito ai nostri microfoni Dainese:” È stata una volata perfetta, ho dato una gioia incredibile alla mia formazione olandese”. Domani dodicesima frazione con la Parma- Genova di km 186. Giornata per uomini coraggiosi.

Ordine D’Arrivo: 1. Dainese Alberto(Team DSM) km 203 in 4.19’04”, media 45,230

2. Gaviria Fernando(UAE Emirates)

3. Consonni Simone(Cofidis)

4. Demare Arnaud(Groupama)

5. Ewan Caleb(Lotto Soudal)

6. Cavendish Mark(Quick Step Alpha Vinyl)

7. Theuns Edward(Trek- Segafredo)

8. Modolo Sasha(Bardiani Faizane’)

Classifica Generale: 1. Lopez Pedro Juan(Trek- Segafredo)

2. Carapaz Richard(Ineos Grenadiers) a 12″

3. Almeida Joao'(UAE Emirates)

4. Bardet Romain(Team DSM) a 14″

5. Hindley Jai(Bora- Hansgrohe) a 20″

6. Martin Guillaume(Cofidis) a 28″

7. Landa Mikel(Bahrain- Victorious) a 29″

8. Pozzovivo Domenico(Intermarche’-Wanty-Gobert) a 54″

 



Ultim’ora. Prima vittoria italiana al giro d’Italia con Alberto Dainese!



Giro d’Italia. 11° tappa mercoledì 18 maggio: Santarcangelo di Romagna- Reggio Emilia km 203

di Claudio Visci

Siamo a metà Giro, tappa tutta in Emilia Romagna con partenza da Santarcangelo di Romagna e arrivo a Reggio Emilia. I girini passano a Cesena, Forlì, Imola T.V., Bologna, e si arriva al secondo T.V. a San Giovanni in Persiceto. Frazione piatta fino alla conclusione di Reggio Emilia. Giornata per velocisti.

Favoriti: Demare, Cavendish, Ewan, Gaviria.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Santarcangelo di Romagna è un comune della provincia di Rimini. Tra i luoghi di interesse da rivelare la Chiesa della Beata Vergine del Rosario, la Pieve di San Michele Arcangelo, la Chiesa di Sant’,’Agata Vergine. Da ammirare l’Arco di Papa Clemente XIV e il Campanone situato nel cuore del borgo medievale sono i monumenti più importanti della città. Tra i piatti tipici da gustare le fettuccine capricciose, la salsa agrodolce alla parmigiana, i tortelli alla crema di verdura e finferli. Tra i dolci tradizionali, la ciambella romagnola, il bustrengo, il castagnaccio, la piada dei morti.

Reggio Emilia è una città di 170.000 abitanti, e anche una città d’arte. Tra i suoi meravigliosi monumenti, i più importanti sono la Basilica Seicentesca della Chiara e il famosissimo Teatro Municipale Valli. Da notare con interesse la Statua del Crostolo, il Palazzo del Capitano, la Basilica di San Prospero. Tra le tante chiese, una delle più importanti è la Chiesa di Sant’Anselmo da Lucca.

In alto: Il Borgo Medioevale di Reggio Emilia



Giro d’Italia. Storico trionfo africano con Biniam Girmay a Jesi! Battuto van Der Poel

di Claudio Visci

L’eritreo Biniam Girmay entra nella storia del Giro d’Italia nella decima tappa della Corsa Rosa 2022. Sul traguardo di Jesi supera di prepotenza Mathieu Van Der Poel(Alpecin- Fenix) e Vincenzo Albanese(Eolo- Kometa). Juan Pedro Lopez conserva la maglia di leader. Il 22 enne corridore della Intermarche’-Wanty-Gobert è il primo africano di colore a conquistare una vittoria in un Grande Giro. Dopo la partenza da Pescara, dopo pochi km avviene la fuga di giornata con il sempre presente Mattia Bais(Drone- Hopper), Alessandro De Marchi(Israel- Premier Tech) e il belga Lawrence Naesen(AG2R Citroen) che prendono un vantaggio massimo di 6 minuti. A Filottrano passaggio commovente a ricordare Michele Scarponi, un mare di folla ha accolto la Carovana Rosa. A 21 km dalla conclusione ripreso De Marchi, mentre nel finale sulla salita di Monsano tenta Van Der Poel senza esito. Domani undicesima frazione da Santarcangelo a Reggio Emilia di km 201. Penultima occasione per le ruote veloci.

Ordine D’Arrivo: 1. Girmay Biniam(Intermarche’-Wanty-Gobert) km 194 in 4.32’07”, media 43,220

2. Van Der Poel Mathieu(Alpecin- Fenix)

3. Albanese Vincenzo(Eolo- Kometa)

4. Kelderman Wilco(Bora- Hansgrohe)

5. Carapaz Richard(Ineos Grenadiers)

6. Bouwman Koen(Jumbo-Visma)

7. Bardet Romain(Team DSM)

8. Bilbao Pello(Bahrain- Victorious)

Classifica Generale: 1. Lopez Pedro Juan(Trek- Segafredo)

2. Almeida Joao'(UAE Emirates) a 12″

3. Bardet Romain(Team DSM) a 14″

4. Carapaz Richard(Ineos Grenadiers) a 15″

5. Hindley Jai(Bora- Hansgrohe) a 20″

6. Martin Guillaume(Cofidis) a 28″

7. Landa Mikel(Bahrain- Victorious) a 29″

8. Pozzovivo Domenico(Intermarche’-Wanty-Gobert) a 54″

13. Nibali Vincenzo(Astana Qazaqstan) a 3’04”



Giro d’Italia. 10° tappa martedì 17 maggio: Pescara- Jesi km 194

di Claudio Visci

Dopo il secondo giorno di riposo in Abruzzo, la Corsa Rosa presenta la decima frazione. Si parte da Pescara,  si attraversano i centri marini di Roseto degli Abruzzi, Tortoreto, Alba Adriatica e Martinsicuro. A San Benedetto del Tronto si entra nelle Marche, sprint nel T.V. di Civitanova Marche, poi si giunge a Recanati T.V., dove iniziano i muri marchigiani. Si scalano Civitanova Alta, Montelupone, Filottrano, paese del compianto Michele Scarponi. Nel finale, dopo l’asperità di Monsano si arriva dopo 37 anni sul lungomare di Jesi. Giornata per attaccanti.

Favoriti: Van Der Poel. Girmay, Covi. Vendrame.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Pescara è una città moderna sulla costa adriatica. È conosciuta per le splendide spiagge e come luogo di nascita del poeta Gabriele D’Annunzio. Dal 1993 la casa ospita un museo sulla sua vita e sulle sue opere. Tra gli altri luoghi di interesse da rilevare la Cattedrale di San Cetteo, la Chiesa del Sacro Cuore, la Basilica della Madonna dei Sette Dolori, la Chiesa di San Silvestro Papa. Tra i piatti celebri, il brodetto di pesce alla pescarese, gli arrosticini di pecora. Il famoso parrozzo e la presentosa sono i due dolci più amati di Pescara.

Jesi è una cittadina in provincia di Ancona nelle Marche, a pochi km dal mare adriatico. Tra i monumenti di maggior interesse, il Duomo di San Settimio, il Convento di San Floriano, la Chiesa di San Marco tra le principali. Tra i palazzi, il Palazzo della Signoria e il Palazzo Colocci. Il Teatro Pergolesi, e poi tante piazze, vie, architetture militari, ornano il centro storico della magnifica Jesi. Il piatto più celebre di Jesi sono i passatelli: pasta a base parmigiano, uovo e noce moscata. Si cucina anche il coniglio in porchetta e il brodetto all’anconetana. Il dolce tipico si chiama torta di carnevale marchigiana.

In alto: Jesi, Piazza Federico



Tro- Bro leon, Hugo Hofstetter brucia Mozzato in francia

di Claudio Visci

Dopo tanti piazzamenti nei primi tre, finalmente il velocista francese Hugo Hofstetter spezza il ghiaccio nel Tro- Bro Leon 2022, la classica bretone con partenza e arrivo a Lannilis. Il 28 enne transalpino, del Team Arkea- Samsic ha superato allo sprint l’azzurro Luca Mozzato(B&B Hotels). Completa il podio di giornata l’inglese Connor Swift, compagno di squadra del vincitore.

Ordine D’Arrivo: 1. Hofstetter Hugo(Arkea- Samsic) km 207 in 5.07’15”, media 41,240

2. Mozzato Luca(B&B Hotels)

3. Swift Connor(Arkea- Samsic) a 9″

4. De Lie Arnaud(Lotto Soudal)

5. Watson Samuel(Groupama)



Giro d’Italia. Il racconto delle nove tappe della corsa rosa

di Claudio Visci

Dopo i trionfi dell’olandese Mathieu Van Der Poel a Visegrad, il britannico Simon Yates nella cronometro di Budapest, mentre Mark Cavendish si impone in volata sul traguardo di Balatonfured a chiudere la tre giorni meravigliosa in terra d’Ungheria. Nelle due frazioni siciliane vittorie del tedesco Lennard Kamna sull’Etna e Arnaud Demare che sprinta a Messina. Il velocista francese si ripete a Scalea, a Potenza trionfa il neerlandese Koen Bouwan. Nel circuito spettacolare di Napoli, si afferma il belga Thomas De Gendt. La tappa appenninica di ieri in Abruzzo sul mitico Blockhaus ha visto il successo dell’australiano Jai Hindley, già secondo alla Corsa Rosa del 2020. Fino a questo punto nessuna vittoria italiana. Oggi riposo a Pescara. Domani 17 maggio finale a Jesi, nelle Marche.

In alto: Lo spagnolo Juan Pedro Lopez, sempre in Maglia Rosa.



Dilettanti under 23, assolo di Manlio Moro nel Gran premio sestesi

di Claudio Visci

Dopo aver vinto la cronometro sabato a Romanengo, il friulano di Pordenone Manlio Moro si aggiudica in solitaria il 39° Gran Premio Sestesi a Sesto, in provincia di Cremona. Completa il trionfo della Zalf- Fior alla 15 vittoria in stagione, il secondo e quinto posto di Alessio Acco e Davide Cattelan. Terzo posto per Alessandro Romele della Colpack- Ballan.

Ordine D’Arrivo: 1. Moro Manlio(Zalf- Fior) km 153, media 41,190

2. Acco Alessio(Zalf- Fior) a 18″

3. Romele Alessandro(Colpack- Ballan)

4. Della Lunga Francesco(Colpack- Ballan) a 1’25”

5. Cattelan Davide(Zalf- Fior)