Archivio mensile:Novembre, 2022

Bilancio squadre 2022: Ineos grenadiers

di Claudio Visci

Anche senza il trionfo di un grande Giro per la Ineos Grenadiers si è trattato di un anno positivo. La formazione britannica di Dave Brailsford ha messo in bacheca 39 successi, tra cui due classiche importanti come la Roubaix e Amstel Gold Race. Il corridore che ha ottenuto più risultati è stato il neerlandese Dylan Van Baarle, vincitore in solitaria della splendida Parigi- Roubaix. L’ecuadoriano Richard Carapaz sulla Marmolada ha perso il suo secondo Giro d’Italia, mentre alla Vuelta si è preso due tappe di montagna. Nel 2023 approderà alla EF Education-EasyPost. Altro uomo importante è stato Daniel Martinez, che si è imposto al Giro dei Paesi Baschi, e i podi alla Volta Algarve e Parigi- Nizza. Il britannico Ethan Hayter si è confermato vincendo il Giro di Polonia e nono al mondiale australiano. Tra i giovani, lo spagnolo Carlos Rodriguez, talento del ciclismo internazionale, ha vinto il campionato nazionale, oltre al settimo posto alla Vuelta e il quinto al Lombardia. Il velocista Elia Viviani ha ottenuto solo due successi, al Tour Provence e alla Cro Race, poi però ha conquistato l’oro in pista ai Mondiali in Francia. Per gli uomini da Grandi Giri, invece il britannico Adam Yates ottiene solo il successo al Giro di Germania. Il prossimo anno andrà a raggiungere la nuova divisa della UAE Emirates. Ancora delude il britannico Tao Geoghegan Hart, lontano vincitore della Corsa Rosa del 2020. Da segnalare il grandissimo risultato di Filippo Ganna, nuovo Record dell’Ora con 56,792. Il prossimo anno rientrerà Egan Bernal, dopo il grave incidente del 2022.



Beking 2022. Philippe Gilbert vince e saluta la sua carriera a monaco

di Claudio Visci

Il belga Philippe Gilbert, 40 anni, ha vinto sul circuito di Monaco concludendo la sua fantastica carriera. Il corridore della Lotto Soudal, vincitore in passato di quattro classiche Monumento e di un mondiale su strada si è imposto in solitaria nella seconda edizione di Beking davanti all’australiano Michael Matthews e Tadej Pogacar, rispettivamente secondo e terzo al traguardo. È stato un evento aperto a tutte le categorie, dagli amatori ai bambini, in una giornata maglifica di sport, organizzata da Matteo Trentin.



Bilancio squadre 2022: Groupama- fdj

di Claudio Visci

La Groupama- FDJ sale in vetta e si gode i frutti del suo straordinario vivaio giovanile. La formazione transalpina chiude l’anno con 20 successi, tra le quali una tappa al Giro e un podio sfiorato al Tour. Anche nelle Classiche del Nord la compagine di Marc Madiot si è espressa in modo lodevole salendo sul podio al Fiandre e Roubaix. Dopo un anno deludente Arnaud Demare torna a brillare. Il forte velocista di Beauvais ha raccolto sette affermazioni, tra le più importanti una tappa del Giro a Cuneo e la Parigi- Tour. Altri corridori vincenti sono stati Stefan Kung e Valentin Madouas a quota tre vittorie. I due uomini sono stati grandi protagonisti delle classiche, salendo rispettivamente sul podio della Parigi- Roubaix e Giro delle Fiandre. Tra i corridori a segno anche Jake Stewart, vincitore al Tour de l’Ain, l’ungherese Valter Attila che si è imposto al campionato nazionale. Thibaut Pinot si riscatta vincendo una tappa al Tour of the Alps e una al Giro di Svizzera. Da dimenticare la stagione fallimentare di Kevin Geniets e Michael Storer.

 



Coppa del Mondo. Mathieu van Der Poel domina a hulst

di Claudio Visci

In grande spolvero torna al successo Mathieu Van Der Poel nella settima prova della Coppa del Mondo di Ciclocross 2022-2023, svoltasi a Hulst in Olanda. Il portacolori della Alpecin- Deceuninck ha battuto i belgi Laurens Sweeck(Crelan- Fristads) e Eli Iserbyt(Pauwels- Sauzen- Bingoal), costretto a cedere il primato nella classifica generale al connazionale Sweeck. Ritirato per un problema meccanico il campione del mondo Tom Pidcock(Ineos Grenadiers). Prossimo appuntamento domenica 4 dicembre a Antwerpen in Belgio.



Notizie in breve dal mondo del ciclismo

di Claudio Visci

Nella terza prova su pista dell’UCI Track Champions League 2022, che si è svolta nel Velodromo parigino di Saint- Quentin-en- Yvelines, che ha ospitato la rassegna iridata a ottobre e che nel 2024 sarà teatro delle gare olimpiche. In classifica è balzata al comando Mathilde Gros nello sprint femminile, mentre lo svizzero Claudio Imhof è il nuovo leader dell’Endurance maschile. Nello sprint maschile entusiasmante il duello tra il tedesco Harrie Lavreysen e l’australiano Matthew Richardson, primo e secondo nella generale. Sabato prossimo ultima tappa a Londra.

 

Il Tour de France 2030 si prepara a volare fuori dall’Europa. Dopo la partenza in Italia da Firenze nel 2024, la Grande Bouclé sembra ormai certa l’ipotesi di quattro giorni in Canada, prima di tornare in Francia.

 

Partirà come sempre da Riccione la Settimana Ciclistica Internazionale Coppi e Bartali 2023, che si svolgerà dal 21 al 25 marzo. La splendida città balneare ospiterà la prima tappa, con la presentazione delle squadre. Il giorno dopo ci sarà anche la partenza della seconda frazione che si concluderà a Longiano, in provincia di Forlì- Cesena. Nel 2021 si impose l’irlandese Edward Dunbar della Ineos Grenadiers.



Bilancio squadre 2022: EF Education-EasyPost

di Claudio Visci

Una stagione non troppo positiva per la EF Education-EasyPost. La compagine statunitense, infatti, si è salvata nel finale per non retrocedere dal World Tour. Due vittorie di tappa tra il Tour de France e la Vuelta Espana. Il bottino della squadra di Jonathan Vaughters è arrivata a 9 vittorie, la direzione del team si aspettava un rendimento migliore. Tra i corridori di maggior spicco, è stato sicuramente il danese Magnus Cort Nielsen, in grado di conquistare una frazione importante al Tour de France e al Gran Camino in Spagna. Altro uomo di spessore che si è rilanciato, il colombiano Rigoberto Uran, vincitore di una tappa alla Vuelta ed entrare nella top 10 nella classifica generale. Sul Mont Ventoux ha trionfato il portoghese Ruben Guerreiro davanti al suo compagno Esteban Chaves. Note positive sono arrivate da Neilson Powless, vincitore a fine stagione della Japan Cup, e infine pure dallo svizzero Stefan Bissegger, che ha conquistato il titolo europeo a cronometro. Tra le principali delusioni, il britannico Hugh Carthy, che dopo il podio alla Vuelta 2020 è giunto solo nono, quale miglior risultato al Giro d’Italia. L’unico italiano presente nella formazione statunitense Alberto Bettiol, che non ha brillato nelle classiche.



Ciclocross. Tom Pidcock trionfa a kortrijk

di Claudio Visci

In solitaria vince il campione del mondo Tom Pidcock, che domina il Cross X20 Trofee svoltasi a Kortrijk in Belgio. Il corridore della Ineos Grenadiers, dopo una partenza complicata riesce ad emergere a metà gara staccando gli avversari. Al posto d’onore è giunto l’olandese Lars Van Der Haar(Baloise Trek- Lions), mentre il belga Eli Iserbyt(Pauwels Sauzen- Bingoal) conquista il podio. Quarta posizione per il campione europeo Michael Vanthourenhout. Domani prova di Coppa del Mondo a Hulst in Olanda.



Bilancio squadre 2022: cofidis

di Claudio Visci

La Cofidis, compagine transalpina, infatti, quest’anno ha ottenuto 19 vittorie, confermando le dodici dello scorso anno, vincendo anche una tappa alla Vuelta. Il corridore che ha vinto di più è stato Benjamin Thomas con quattro affermazioni, tra cui due tappe e classifica generale della Etoile de Besseges e Boucles de Mayenne. L’atleta di Lavaur ha sfiorato una tappa al Tour de France a Carcassonne. Lo spagnolo Jesus Herrada compie un’impresa battendo Samuele Battistella a Cistierna alla Vuelta, poi si impone anche alla Classic Besancon, mentre al campionato nazionale viene battuto allo sprint dal giovane talento Carlos Rodriguez. Buono il rendimento del tedesco Simon Geschke, a lungo maglia pois al Tour de France e ha chiuso anche sul podio il Giro di Romandia e i campionati tedeschi. Il nuovo arrivato In Izagirre apre bene la stagione, vincendo una tappa e secondo nella generale al Giro dei Paesi Baschi, ma poi in seguito non riesce ad essere mai protagonista. Dei tre azzurri inseriti nell’organico della formazione di Cedric Vasseur, solo Simone Consonni conquista un successo, mentre Davide Cimolais e Davide Villella non sono riusciti a brillare.



Notizie in breve dal mondo del ciclismo

di Claudio Visci

Secondo le ultime notizie, il Tour de France 2024 partirà per la prima volta della sua storia dall’Italia, sabato 29 giugno da Firenze, con una tappa in linea che si concluderà a Rimini. Poi, il giorno seguente Cesenatico- Bologna, e infine terza frazione, da Modena a Piacenza. Quarta tappa con il via da Pinerolo.

 

Il Trentino si prepara ad ospitare nel 2023 i Campionati Italiani su strada e a cronometro per Donne Èlite e Professionisti. Nella Valle dei Laghi si assegneranno le prove delle crono, mentre Ponte Arche, dovrebbe essere sede d”arrivo delle gare in linea, in programma dal 20 al 26 giugno.

 

È stato presentato il Tour du Rwanda 2023. Gli organizzatori della corsa a tappe africana n.26, che si svolgerà dal 19 al 26 febbraio prossimo, con otto frazioni molto impegnative. Conclusione a Kigali, che nel 2025 ospiterà i mondiali su strada. L’anno scorso vinse l’eritreo Natnael Tesfatsion della Drone- Hopper Androni di Gianni Savio.



Bilancio squadre 2022: Bora- hansgrohe

di Claudio Visci

La formazione tedesca Bora- Hansgrohe, dopo l’addio del fuoriclasse Peter Sagan si rivela subito vincente con 31 vittorie nel 2022, il team diretto da Ralph Denk, tra le quali il Giro d’Italia e cinque successi tra la Corsa Rosa e la Vuelta. L’australiano Jai Hindley si è portato a casa il Giro d’Italia, dopo la beffa nel 2020. Sulla Marmolada ha staccato nel finale l’ecuadoriano Richard Carapaz. Si è confermato anche Alexander Vlasov, che chiude al quinto posto il Tour de France, oltre a una tappa e la generale alla Vuelta Valenciana e al Giro di Romandia. Altro corridore vincente è stato il colombiano Sergio Higuita, quarto al Lombardia e quinto alla Liegi. Il velocista irlandese Sam Bennett capace di conquistare due tappe alla Vuelta prima di lasciare la corsa a causa del covid. Un altro ritorno importante, il tedesco Lennard Kamna che ha trionfato sull’Etna al Giro d’Italia. Si aspettava molto dai velocisti tedeschi Max Schachmann, Emanuel Buchmann e l’austriaco Patrick Konrad.