Categoria:News

Giro d’Italia. 4° tappa martedi 11 maggio: Piacenza- Sestola km 186

di Claudio Visci

Occhio a questa quarta tappa che di fatto è il primo arrivo in salita. Si parte dalla stupenda Piacenza e si arriva a Sestola a quota 1020 metri. Si passa a Fidenza, Parma, a Canossa al km 86,9 il T.V. Il primo G.P.M. al Castello di Carpineti, il secondo a Montemolino a 933 metri, il terzo al Colle Passerino a 1052 metri al km 183,5 a 7 km dal traguardo della località turistica dell’Emilia Romagna. Nel 2016 vinse l’abruzzese Giulio Ciccone.

Favoriti: Bernal, Yates, Ciccone.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Piacenza, nota città dell’Emilia Romagna è un centro di interesse religioso. Tra i monumenti la Chiesa di Sant’Antonino, costruita tra il 350 e il 375 in stile romanico, la Basilica di San Savino nel 1107; la Chiesa di San Francesco in stile gotico, la Basilica di San Giovanni in Canale, fondata nel 1220. Poi, un’infinita presenza di Musei, Chiese e Basiliche ornano la bellissima Piacenza.

Tra i piatti tipici: è molto variegata la cucina piacentina, tra le pietanze più popolari risultano: pasta all’uovo ripiena di stracotto di manzo, la bomba di riso con carne di piccione e funghi. Lasagne e maccheroni bobbiesi, tagliatelle con salsa di noci. La spongata è un dolce a base di nocciole, mandorle e uvetta. La torta di mandorle e la torta spisigona. Il bargnolino è un liquore dolce fatto con le bacche di prugnolo e il nocino, infuso di mallo di noci.

Sestola, è un comune di 2.600 abitanti a quota 1.020 metri della provincia di Modena. È situata nel Parco del Frignano ed è dominata dal Monte Cimone a 2.165 metri. Sestola è la più celebre località turistica invernale dell’Emilia Romagna, nonché una delle maggiori dell’Appennino. Tra le principali chiese ed oratori sono da segnalare la Chiesa Parrocchiale di San Nicolò, la Chiesa della Madonna del Rosario, l’oratorio di San Nicola e Sant’Antonio. Su di un alto sperone roccioso sorge l’antica Fortezza.

Tra i piatti tipici: i prodotti dell’Emilia Romagna, quale il tipico mirtillo e il miele di castagno.

In alto: Sestola, veduta invernale.



Juniores. Il colombiano garzon batte tornaboni, trionfo della Worke Service!

di Claudio Visci

Il colombiano Oscar Santiago Garzon mette la sua prima firma aggiudicandosi per distacco la prova sul traguardo di Foligno. Completa la festa della Work Service, il secondo posto di Luca Tornaboni. Terzo sul podio Raffaele Mosca(Forno Pioppi).

Ordine d’arrivo:1. Garzon Oscar Santiago(Work Service Speedy Bike) km 109 in 2.45″, media 39,636

2. Tornaboni Luca(Idem)

3. Mosca Raffaele(Forno Pioppi)

4. Bagnata Luca(Resa Mokador)

5. Dal Cappello Omar(Autozai Petrucci)



Giro d’Italia. Impresa straordinaria dell’olandese Taco van der hoorn a canale d’Alba

di Claudio Visci

L’olandese Taco Van Der Hoorn(Intermarche- Wanty- Gobert), dopo una fuga di oltre 170 km, vince in solitaria la terza tappa del Giro d’Italia. Il gruppo dei migliori, staccato di soli 4″ secondi, è regolato in volata da Davide Cimolai(Israel Start Up- Nation). Terzo Peter Sagan(Bora- Hansgrohe), uno dei favoriti, quarto Elia Viviani(Cofidis). Pronti, via e vanno in fuga in otto: lo svizzero Pellaud e il giovanissimo Ponomar(Androni- Sidermec), Zoccarato(Bardiani Faizane’), Albanese e Rivi(Eolo- Kometa), il francese Gougeard(AG2R Citroën), i due olandesi Van Der Berg(Groupama) e Van Der Hoorn(Intermarche- Wanty- Gobert). Ad Asti i fuggitivi hanno avuto un vantaggio massimo di 4’50”. Nella seconda parte finale di giornata, allungo decisivo di Van Der Hoorn che stacca Pellaud sull’ultimo strappo di Guarene e va a conquistare sul traguardo di Canale D’Alba un importante successo. “Sono molto emozionato per questa vittoria incredibile- ha dichiarato il 27 enne di Rotterdam, al primo anno della squadra belga del World Tour”. Filippo Ganna conserva la Maglia Rosa. Domani quarta frazione, da Modena a Sestola di km 187 con il primo arrivo in quota. La classifica potrebbe cambiare.

Ordine d’arrivo:1. Van Der Hoorn Taco(Intermarche- Wanty- Gobert) km 187 in 4.21’29”, media 43,230

2. Cimolai Davide(Israel Start Up- Nation) a 4″

3. Sagan Peter(Bora- Hansgrohe)

4. Viviani Elia(Cofidis)

5. Bevin Patrick(Israel Start Up- Nation)

Classifica generale:1. Ganna Filippo(Ineos Grenadier)

2. Foss Tobias(Jumbo- Visma) a 16″

3. Evenepoel Remco(Deceuninck Quick- Step) a 20″

4. Almeida João (Deceuninck Quick- Step)

5. Cavagna Remi(Deceuninck Quick- Step) a 21″



Juniores. Bruttomesso mette la quarta

di Claudio Visci

Poker stagionale del vicentino Alberto Bruttomesso, del Team Borgo Molino Rinascita Ormelle, nel 5° Trofeo Città di San Martino di Lupari, in Veneto. Il forte velocista, campione veneto ha superato allo sprint il compagno di squadra Lorenzo Ursella. Terzo posto per lo sloveno Jaka Spoljar. Continua il grande momento della Borgo Molino, diretta dal D.S. Carlo Merenti.

Ordine d’arrivo:1. Bruttomesso Alberto(Borgo Molino Rinascita Ormelle) km 124 in 2.47’52”, media 44,320

2. Ursella Lorenzo(Idem)

3. Spoljar Jaka(Slovenia National)

4. Belletta Dario Igor(GB Junior Team)

5. Romele Alessandro(Ciclistica Trevigliese)



Giro d’Italia. 3° tappa lunedi 10 maggio: biella- canale d’Alba km 187

di Claudio Visci

La terza frazione, altra giornata in Piemonte con partenza da Biella e arrivo a Canale d’Alba. Si attraversa Asti, da Canelli sulle colline del Roero, patrimonio dell’Umanità per gli spumanti, dove c’è al km 122 il primo G.P.M. di Piancanelli a quota 522 metri; il secondo G.P.M. a Castino, mentre il terzo è situato a Manera a 35 km dalla conclusione. Tappa ondulata nel finale, ci può scappare anche qualche sorpresa per via del maltempo.

Favoriti: Sagan, Nizzolo, Ulissi.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Biella, una città situata ai piedi delle Alpi biellesi, dal 2019 è Città Creativa dell’UNESCO per le Arti Popolari e l’artigianato. È stata designata Città Alpina 2021. Nel centro della città, invece è situato il Duomo, dedicato al Patrono Santo Stefano. La Basilica di San Sebastiano, poi monumenti come il Battistero Romanico e a pochi km è situato un grande luogo di culto, il Santuario di Oropa, meta di pellegrinaggi di devozione mariana. Di rilievo sul piano dell’architettura il Palazzo dell’Unione Industriale, e il moderno Palazzo Boglietti, sede di un centro culturale.

Tra i piatti tipici: il re della cucina biellese è il formaggio e i salumi. La panissa, piatto antico con risotto, il Ris cagnon, dove si incontrano l’alpeggio e la “bassa”. La trota alle erbe, poi infine i dolci con il soufflé di castagne, torta di mele, paste di meliga.

Canale d’Alba, è un comune piccolo di 5.000 abitanti, in provincia di Cuneo. Tra i monumenti da visitare tante chiese, tra cui le più importanti sono la Chiesa di San Giovanni, la Chiesa della Madonna di Loreto e il Santuario di San Bernardino. Tra i parchi c’è l’Oasi Naturalistica di San Nicolao.

Tra i piatti tipici: farfalle e linguine fantasia, un prodotto artigianale di grano duro, spinaci e barbabietola. Tra i vini il Nebbiolo d’Alba, il Barbera d’Alba, il Roero Superiore. Il panettone ai frutti di bosco è famoso nelle langhe.

In alto: Canale d’Alba, la Chiesa di San Sebastiano.



Vuelta algarve. Gesbert trionfa, rodrigues beffa Hayter e vince la corsa lusitana

di Claudio Visci

L’Alto de Malhao cambia il verdetto finale nella quinta tappa decisiva della Vuelta Algarve. Il successo di giornata va al francese Elie Gesbert(Arkea- Samsic) che ha battuto nello sprint a due il portoghese Joao Rodriguez della W52- Porto. Quest’ultimo ha strappato la maglia di leader al britannico Ethan Hayter(Ineos) che ha finito la corsa staccato di 9″ secondi.

Classifica finale:1. Rodrigues João (W52- Porto) in 19.03’56”

2. Hayter Ethan(Ineos Grenadier) a 9″

3. Asgreen Kasper(Deceuninck Quick- Step) a 28″

4. Lastra Jonathan(Caja Rural) a 41″

5. Gesbert Elie(Arkea- Samsic) a 43″



Tour rwanda. Rodriguez vince l’ultima tappa e il tour africano

di Claudio Visci

Lo spagnolo Cristian Rodriguez(Total Direct Energie) si impone per distacco nella ottava e ultima tappa del Tour du Rwanda sul traguardo finale di Kigali. Al posto d’onore è giunto a 12″ il canadese James Piccoli(Israel) e sul podio l’eritreo Nahom Zerai.

Classifica finale:1. Rodriguez Cristian(Total Direct Energie) in 22.49’51”

2. Piccoli James(Israel Start Up- Nation) a 17″

3. Hoehn Alex(Wildlife Generation) a 51″

4. Restrepo Jhonatan(Androni- Sidermec)

5. Boileau Alan(B&B Hotels)



Dilettanti. Portello brucia syritsa a vigasio

di Claudio Visci

Il forte velocista Alessio Portello trionfa a Vigasio, in provincia di Verona nel Gran Premio Italian Cycling per dilettanti Under 23. Il 19 enne friulano di Brughera, portacolori della Zalf ha regolato allo sprint il russo Gleb Syritsa e Davide Persico(Colpack Ballan), già vincitore alla Coppa San Geo.

Ordine d’arrivo:1. Portello Alessio(Zalf Euromobil Fior) km 136 in 2.49’43”, media 48,360

2. Syritsa Gleb(Lokosphinx)

3. Persico Davide(Colpack Ballan)

4. Ferri Gregorio(Petroli Firenze Hoppla’)

5. Pongiluppi Matteo(Gallina Ecotex)