Categoria:News

Bilancio squadre 2021: team DSM

di Claudio Visci

Non è stata certamente positiva la stagione del Team DSM. La formazione germanica di Iwan  Spekenbrink nel 2020 aveva sorpreso con tanti talenti giovani, ma quest’anno non è riuscita a confermarsi. Solo 8 le vittorie conquistate. Il corridore più vincente del team è stato il giovane Michael Storer con quattro successi. Il 24 enne di Perth, infatti si è rivelato come una delle grandi sorprese del 2021, vincendo due tappe di montagna alla Vuelta Espana, prima si era affermato in una frazione e la classifica finale al Tour De L’Ain, in Francia. Un altro corridore che ha brillato, il transalpino Romain Bardet, il 31 enne di Brionde, dopo i podi negli anni scorsi al Tour de France, ha lasciato la classifica nei Grandi Giri puntando alle tappe. Dopo i piazzamenti al Giro d’Italia, sono arrivate in estate le vittorie alla Burgos e alla Vuelta Espana. Chiude con il nono posto al Lombardia. Gli altri due successi sono stati centrati dal tedesco Nikias Arndt al Giro di Polonia e l’olandese Cees Bol in una tappa alla Parigi– Nizza. Non ha vinto, ma ha ottenuto buoni risultati, l’azzurro di Abano Terme, il velocista Alberto Dainese. Le delusioni peggiori, però, sono stati il danese Soren Kragh Andersen e l’australiano Jai Hindley. Il primo, dopo aver vinto due tappe al Tour lo scorso anno, non è mai più riuscito a vincere, mentre il secondo, dopo aver fatto podio al Giro del 2020, non si è ripetuto ad alti livelli.



Bilancio squadre 2021: TEam bikeexchange

di Claudio Visci

Il 2021 è stato negativo della storia decennale della BikeExchange. La formazione australiana di Brent Copeland ha ottenuto solo nove vittorie, di una stagione da dimenticare. Ad aver salvato in parte il team è ancora una volta il britannico Simon Yates, vincitore in una tappa al Giro d’Italia ad Alpe di Mera, e poi salire sul podio alla Corsa Rosa, prima era arrivata la frazione e la classifica finale al Tour Alps. Al Tour de France una caduta lo costringe al ritiro. L’australiano Damien Howson ha conquistato la tappa regina e la classifica generale al Giro d’Ungheria. Gli altri successi stagionali portano la firma dell’australiano Nick Schultz, vincitore di una tappa al Sazka Tour, del connazionale Cameron Meyer, campione australiano, di Karen Groves, che si è imposto nella tappa in Slovacchia, ed Esteban Chaves, il colombiano di Bogotà che ha trionfato al Giro di Lombardia nel 2016, vincitore di una frazione al Catalogna. Tra le docenti delusioni di questa stagione il velocista Michael Matthews, che non riesce più a vincere uno sprint. Al Tour e alla Vuelta non c’entra un risultato importante. Annata storta anche per Lucas Hamilton.



Tour Thailandia. Successo finale di Jambaljamats sainbayar

di Claudio Visci

Il 25 enne corridore della Mongolia Jambaljamts Sainbayar del Team Teranggun Cycling conquista il Tour di Thailandia. Nella sesta e ultima tappa il vincitore di giornata è stato l’olandese Adne Van Engelen del Bike Aid. In seconda posizione è arrivato lo stesso Sainbayar con un ritardo di 6″ secondi, mentre completa il podio il thailandese Sarawut Sirironnachai. Quarto è giunto il tedesco Lucas Carstensen(Bike Aid), vincitore di quattro frazioni su sei nella corsa asiatica.



Bilancio squadre 2021: team qhubekaneXthash

di Claudio Visci

Stagione molto deludente per la QhubekaNexthash. La formazione sudafricana, ad inizio stagione si chiama Qhubeka- Assos ha disputato un anno problematico, prima a livello economico, poi i risultati sono stati a dir poco negativi a riguardo ancora ci sono molte incertezze ad essere presente nel ciclismo nel 2022. La squadra diretta da Douglas Rider ha infatti ottenuto solo 5 successi. Il pluvittorioso è stato l’azzurro Giacomo Nizzolo, l’ex campione europeo, autore di tre vittorie alla Clasica Almeria e al Circuito di Gexto. Spicca ovviamente la stupenda vittoria a Verona al Giro d’Italia, oltre al secondo posto alla Gand- Wevelgem. Alla Corsa Rosa, il team sudafricano ha conquistato altre due tappe, con i trionfi del belga Victor Campenaerts a Gorizia, e lo svizzero Mauro Schmidt a Montalcino. Il sardo Fabio Aru, dopo gli anni deludenti trascorsi all’UAE Emirates, voleva ritornare alla grande in gruppo, ma dopo i secondi posti al Sibiu Tour e alla Vuelta Burgos, ha terminato la sua carriera alla Vuelta concludento nelle retrovie, con un ritiro liberatorio dalla vita sportiva.



Tour Thailandia. Lucas carstensen fa poker a satun

di Claudio Visci

Continua ancora il dominio del velocista Lucas Carstensen al Tour di Thailandia. Il portacolori, del Team Bike Aid ha vinto la quinta frazione con arrivo a Satun dopo 156 km. È il quarto successo del tedesco nella corsa a tappe asiatica, dove allo sprint ha preceduto lo statunitense Ryan Jastrab(Wildlife Generation) e il malese Wan Hamdam(Terengganu Cycling). Con questa nuova vittoria, Carstensen grazie agli abbuoni si riprende la maglia di leader. Domani conclusione con la sesta frazione.



Bilancio squadre 2021: team movistar

di Claudio Visci

Dopo un 2020 avaro di successi, la Movistar ottiene quest’anno 15 successi. La compagine spagnola diretta da quelle “vecchia volpe” di Eusebio Unzue riesce a ritagliarsi un ruolo da protagonista nei Grandi Giri e nelle classiche. Il corridore che ha ottenuto più vittorie è stato il colombiano Miguel Angel Lopez, con una tappa e la classifica finale della Vuelta Andalusia. Dopo aver vinto, dominando la classica Mont Ventoux, si presenta al Tour de France con grandi ambizioni, ma una caduta nella prima tappa mette fine alla corsa francese. Alla Vuelta Espana vince sull’Alto Gamoniteiru, ma tre giorni dopo, quando viene attaccato da lontano, preso da una crisi di nervi si ritira dalla corsa spagnola e finisce il rapporto con il team iberico. Conferma ad alti livelli di Enrico Mas. Il 26 enne di Mallorca si porta a casa una tappa alla Vuelta Comunitat, però i suoi migliori risultati arrivano con un ottimo sesto posto al Tour de France, e il posto d’onore alla Vuelta, battuto da un grande Primoz Roglic. L’intramontabile Alejandro Valverde, autore di tre successi al Gran Premio Indurain, tappe al Delfinato e Sicilia. Il 41 enne murciano, nel 2022 può essere l’ultimo anno della sua gloriosa carriera. Tra gli altri vincitori, lo spagnolo Antonio Pedrero Lopez, a segno in una tappa e la classifica alla Route D’Occitanie, mentre i connazionali Hector Carretero e Marc Soler hanno vinto in Andalusia e Austurie.



Ciclocross, Superprestige. Wout Van Aert trionfa a boom

di Claudio Visci

Alla sua prima gara stagionale, il fenomeno Wout Van Aert si aggiudica la prova di Ciclocross a Boom, in Belgio, valevole per il Superprestige. Il portacolori, della Jumbo- Visma stacca di forza tutti gli avversari fin dall’inizio, che conferma ancora una volta la classe del corridore di Herentals. Il connazionale Toon Aerts(Baloise Trek- Lions) arriva a 1’40” in seconda posizione, mentre completa il podio il campione europeo, l’olandese Lars Van Der Haar, compagno di squadra di Aerts. Quarto Eli Iserbyt e settimo il britannico Tom Pidcock. Domani in programma la Coppa del Mondo a Koksijde.



Tour Thailandia. Tris di Lucas carstensen a trang

di Claudio Visci

Terzo successo per il tedesco Lucas Carstensen del Team Bike Aid, che si afferma allo sprint sul traguardo di Trang. Al posto d’onore è giunto il mongolo Jambaljamats Sainbayar(Terengganu Cycling), già terzo ieri. Completa il podio di giornata il thailandese Thanawut Sanikwathi. Al comando della classifica generale resta sempre l’idolo di casa Sarawut Sirironnachai. Domani quinta frazione.



Bilancio squadre 2021: Lotto soudal

di Claudio Visci

La stagione della Lotto Soudal è stata molto difficile. La formazione belga di John Lelangue ha ottenuto infatti solo 12 successi, gli stessi del 2020 segnata dalla pandemia. La metà delle vittorie portano la firma del velocista Caleb Ewan. Il 27 enne, australiano di Sydney si è imposto in una tappa all’AUE Tour, due tappe al Giro d’Italia, due frazioni al Giro del Belgio, ma prima che finisca l’annata vince al Benelux. Alla Milano- Sanremo è autore di una grande prestazione, battendo il gruppo a pochi secondi dal vincitore Jasper Stuyven. È il secondo posto per l’australiano, dopo quello del 2018 alle spalle di Vincenzo Nibali. Altri due corridori conquistano due vittorie per ciascuno, Tim Wellens e Andreas Kron, il belga che vince una tappa e la classifica finale all’Etoile De Besseges, mentre il danese ha vinto una frazione al Catalogna e al Giro di Svizzera. Gli altri due successi stagionali sono poi arrivati dal navigato belga Thomas De Gendt, che ha conquistato l’ultima tappa al Catalogna, e dal connazionale Brent Van Moer, vincitore della prima tappa al Delfinato. Nella Parigi– Roubaix, il 22 enne belga Florian Vermeersch ha sfiorato la grande vittoria, battuto allo sprint dal nostro Sonny Colbrelli. Arriva il declino di Philippe Gilbert. Il fuoriclasse belga, vincitore di tante classiche, il 2022 può essere la chiusura della sua esaltante carriera.



Tour Thailandia. Doppio colpo del thailandese sarawut sirironnachai

di Claudio Visci

Dopo la doppietta consecutiva del tedesco Lucas Carstensen, la terza tappa va all’atleta di casa Sarawut Sirironnachai. Il 29 enne, portacolori della Thailand Continental ha battuto allo sprint sul traguardo di Trang il malese Fakhruddin Mazuki(Terengganu Cycling) e sul podio il mongolo Jambaljamats Sainbayar, compagno di squadra di Mazuki. Sirironnachai è il nuovo leader della corsa asiatica. Domani quarta frazione.