Le delusioni del 2022. Tim wellens

di Claudio Visci

Il belga Tim Wellens non riesce a brillare nei grandi appuntamenti. Ancora una volta l’alfiere della Lotto Soudal non vince una classica importante. Dopo la vittoria in Spagna al Trofeo Mallorca, il 31 enne di Saint- Truiden conquista solo una tappa al Tour du Var. Dopo aver rischiato di vincere il Giro del Belgio, si presenta al via del Tour de France con l’obiettivo di aggiudicarsi una frazione. Nel finale di stagione complice anche delle anomalie cardiache che condizionano le ultime corse. Wellens vestirà la maglia nuova della UAE Emirates nel 2023.



Il giglio d’oro a Filippo Zana e vittoria guazzini

di Claudio Visci

A Pontenuovo di Calenzano è andato in scena la 49ma edizione del Giglio d’Oro 2022. Il prestigioso riconoscimento è stato conquistato dal campione italiano Filippo Zana. Il corridore di Thiene si è imposto nella prova tricolore ad Alberobello nelle Puglie e anche la classifica finale della Adriatica Ionica Race 2022. Il prossimo anno approderà nel World Tour nella formazione australiana BikeExchange-Jayco. Il Giglio d’Oro femminile è andata a Vittoria Guazzini, campionessa mondiale a cronometro Under 23. Premiati anche Giovanni Visconti e Antonio Tiberi.



Bilancio squadre 2022: Astana qazaqstan

di Claudio Visci

La compagine kazaka della Astana Qazaqstan diretta da Alexander Vinokourov ha ottenuto solo cinque successi, di cui nessuno a livello World Tour. Qualche segnale di ripresa ai podi sfiorati al Giro e alla Vuelta. Nel suo ultimo anno della sua splendida carriera Vincenzo Nibali, ritornato al team kazako ha saputo cogliere un quarto posto finale al Giro d’Italia, prima della chiusura al Lombardia. Il ritorno del colombiano Miguel Angel Lopez, protagonista e vincente ad inizio di stagione di una tappa e la classifica al Tour of The Alps. Il podio alla Vuelta Burgos e soprattutto il quarto posto della generale alla Vuelta. Tra i corridori presenti si è ben comportato Alexey Lutsenko, che si è imposto in una corsa, mentre il veneto Samuele Battistella sul podio al campionato nazionale e anche due secondi posti alla Vuelta. Il trentino Gianni Moscon ha vissuto la peggior stagione della sua carriera, condizionata da problemi di salute che vanno dal covid fino a un’infezione batterica nel sangue. Lo rivedremo protagonista nelle classiche il prossimo anno.



Le delusioni del 2022: Adam yates

di Claudio Visci

Stagione negativa per il britannico Adam Yates, portacolori della Ineos Grenadiers. Dopo un 2021 mediocre, il 30 enne corridore di Bury era atteso quest’anno a un salto di qualità notevole. Il covid lo costringe a fermarsi al Giro di Svizzera, mentre al Tour de France deve aiutare il compagno di squadra Geraint Thomas finito sul podio. Nel finale di stagione arriva la tappa e la vittoria al Giro di Germania. Ha firmato tre anni con la sua nuova squadra UAE Emirates.



Bilancio squadre 2022: AG2R Citroen

di Claudio Visci

Cominciamo a stilare il bilancio delle 18 squadre World Tour nella stagione 2022. La formazione transalpina AG2R Citroen di Vincent Lavenu ha chiuso la stagione con dodici successi, tra cui una tappa dei Grandi Giri. Il lussemburghese Bob Jungels è tornato dopo tre anni finalmente al successo nella nona frazione del Tour de France e l’undicesimo in classifica generale. Il 32 enne atleta di Lussemburgo sembra aver ritrovato nuova linfa ai grandi appuntamenti. Nelle corse di un giorno, il corridore che ha brillato di più è stato il francese Benoit Cosnefroy, autore di uno straordinario assolo nel finale del Gran Premio Québec. Inoltre da segnalare il secondo posto al fotofinish, battuto da Kwiatkowski alla Amstel Gold Race. Dopo un inizio di stagione molto positivo, l’australiano Ben O’Connor vincitore di una tappa al Catalogna, al Tour di Jura ad aprile. E poi a giugno, il terzo posto finale al Giro del Delfinato. Dopo la vittoria di tappa e il quarto posto finale al Tour del 2021, quest’anno complice anche una caduta non ha brillato alla corsa francese. Tra le cocenti delusioni, i belgi Greg Van Avermaet, Nans Peters e Oliver Narsen mai protagonisti.



Le delusioni del 2022: caleb ewan

di Claudio Visci

Il velocista australiano Caleb Ewan ha conquistato sei vittorie, ma la sua stagione non può essere considerata soddisfacente, dato che la sua squadra belga Lotto Soudal è stata retrocessa e fuori dal World Tour. Una tappa alla Tirreno- Adriatico, due tappe al Giro di Turchia, una tappa al Giro di Germania e il Gran Premio Fourmies in Francia. Al Giro d’Italia non ha brillato, solo un secondo posto a Scalea, ma poi ha visto numerosi passaggi a vuoto nei grandi appuntamenti, sia al Giro d’Italia e Tour de France. Il 32 enne di Sydney pronto ad una rivincita nel 2023.



Sei giorni di Gand su pista. Vittoria per Lindsay de Vylder e Robben ghys

di Claudio Visci

La coppia belga Lindsay De Vylder e Robben Ghys si sono imposti nella 66ma edizione della Sei Giorni di Gand, in Belgio. Al termine della sesta tappa molto emozionante hanno battuto Fabio Van Den Bossche e Yorei Havik. Terza posizione per la coppia Iljo Keisse e Jasper De Buyst.

Classifica Finale: 1. De Vylder Lindsay- Ghys Robben punti 356

2. Van De Bossche Fabio- Havik Yoeri punti 337

3. Keisse Iljo- Jasper De Buyst punti 181



Le delusioni del 2022: Peter sagan

di Claudio Visci

Dopo aver analizzato nei giorni scorsi le sette sorprese, la nostra analisi continua con le cinque delusioni del 2022. Cominciamo da Peter Sagan, il tre volte iridato, già da qualche anno il 32 enne slovacco di Zilina non riesce più a vincere corse importanti. Con la nuova maglia della formazione francese TotalEnergies, l’annata inizia con la posivita’ al covid che compromette tutte le Classiche del Nord. Al Giro di Svizzera vince una tappa, riprende per la seconda volta il virus a giugno, ma poi conquista il titolo nazionale. Al Tour de France non riesce a brillare, ottenendo solo due quarti posti e non essendo mai in lotta per la sua Maglia Verde. Con il settimo posto al mondiale su strada si chiude un anno deludente. Il 2023 sarà decisivo per il fuoriclasse slovacco.



Coppa del Mondo di Ciclocross. Michael Vanthourenhout vince la sfida su pidcock

di Claudio Visci

Entusiasmante e emozionante la quinta prova di Coppa del Mondo di Ciclocross, svoltasi oggi pomeriggio a Overijse in Belgio. Si è imposto in solitaria il campione europeo Michael Vanthourenhout (Pauwels Sauzen- Bingoal) dopo una gara avvincente davanti al campione del mondo Tom Pidcock della Ineos Grenadiers. Terza posizione per l’olandese Lars Van Der Haar(Baloise Trek- Lions). In classifica rimane al comando Eli Iserbyt con un solo punto su Laurens Sweeck. Domenica prossima altra prova a Hust, in Olanda.



Le sorprese del 2022: Enric mas

di Claudio Visci

È stata una stagione decisamente positiva per lo spagnolo Enric Mas. Il 27 enne, portacolori della Movistar ha conquistato sul traguardo in salita di San Luca a Bologna il Giro dell’Emilia, staccando nel finale Re Pogacar. Alla Vuelta a Espana conclude al secondo posto alle spalle di Evenepoel. È il terzo posto d’onore per il corridore di Mallorca, che ha cercato in tutti i modi di vincere la corsa spagnola. Al Giro di Lombardia ottiene un’altro secondo, battuto in volata da Pogacar. Nel 2023 punterà al Tour de France, dove nel 2020 arrivò quinto, mentre cercherà di conquistare la Vuelta, l’ultimo spagnolo a vincerla è stato Alberto Contador nel 2014.