Eli Iserbyt si aggiudica la prova di Coppa del Mondo di ciclocross a besancon

di Claudio Visci

Dodicesima vittoria stagionale per il belga Eli Iserbyt(Pauwels Sauzen Bingoal) che si è imposto nell’ottava prova di Coppa del Mondo di Ciclocross a Besancon, in Francia. Dopo un testa a testa al termine di un duello rusticano ha battuto il connazionale Toon Aert(Baloise Trek- Lions), giunto secondo. Terzo sul traguardo il sorprendente neerlandese Pim Ronhaar. Prossimo appuntamento, domenica prossima  5 dicembre a Antwerpen, in Belgio.



Bilancio squadre 2021: groupama-fdj

di Claudio Visci

La formazione transalpina Groupama- FDJ del manager Marc Madiot ha conquistato un bottino di 23 successi, ma sostanzialmente sono mancate le vittorie di spessore, con soli due centri a livello World Tour. Buona la stagione del francese David Gaudu, che ha cominciato a vincere subito alla Faun Ardeche Classic. Al Giro dei Paesi Baschi ha vinto l’ultima tappa, mentre alla Liegi è arrivato al terzo posto. A fine stagione vince in Lussemburgo e chiude con un ottimo settimo al Lombardia. Lo svizzero Stefan Kung, il forte cronomen che ha conquistato l’europeo a crono e un bronzo olimpico. Al Giro d’Italia l’ungherese Attila Valter ha indossato per tre giorni la Maglia Rosa, chiudendo la corsa in quattordicesima posizione. Il 23 enne di Csmor punterà ancora alla rosa nel 2022, dove il Giro partirà da Budapest. Dopo essere stato il più vittorioso nel 2020, il forte velocista Arnaud Demare non ha saputo confermarsi ad alto livello, non basta la vittoria alla prestigiosa Parigi– Tours. Una stagione negativa anche per l’altro big Thibaut Pinot, che ha avuto molti problemi fisici, ha rinunciato sia al Giro che al Tour. Degli altri corridori vincenti, da menzionare i successi dell’australiano Miles Scotson in una tappa alla Valenciana, il lussemburghese Geniets Kevin, il lituano Ignatas Konovalovas e il francese Thomas Benjamin, vincitori nei rispettivi campionati nazionali.



Ciclocross, Toon Aerts vince a kortrijk, secondo iserbyt

di Claudio Visci

Torna a vincere il belga Toon Aerts che domina nell’X20 Trofee di Kortrijk, in Belgio. Il portacolori della Baloise Trek Lions, ha conquistato il terzo successo stagionale con un vantaggio di 1’07” secondi sul connazionale Eli Iserbyt(Pauwels Sauzen- Bingoal). Completa il podio il neerlandese Corne Van Kessel(Tormans- Circus), con un ritardo di 1’38”. Domani in programma la prova di Coppa del Mondo a Besancon, in Francia.



Grave incidente stradale: Johnny Carera in terapia intensiva

di Claudio Visci

Terribile incidente stradale ieri sera per Johnny Carera, famoso procuratore di diversi corridori, tra cui Vincenzo Nibali e Tadej Pogacar. Carera stava tornando a casa, dopo aver presenziato a una festa del Fans Club di Alessandro Covi, professionista del team UAE Emirates. Nella direzione dell’autostrada Milano- Venezia, in direzione Bergamo, un camion ha travolto la sua auto. Il procuratore è stato portato subito all’ospedale Niguarda di Milano, dove è stato ricoverato in codice giallo. Nella notte le sue condizioni si sono aggravate ed è stato portato in terapia intensiva in coma farmacologico.



Le cinque delusioni del 2021: Nairo quintana

di Claudio Visci

Una stagione a dir poco deludente per Nairo Quintana. Il 31 enne, corridore colombiano della formazione transalpina Arkea- Samsic si è imposto solo in una tappa e classifica generale alla Vuelta a Asturiana, in Spagna. Negli anni scorsi, dopo aver centrato un Giro d’Italia, nel 2014, e una Vuelta a Espana, nel 2016, non è più arrivato nei primi ai Grandi Giri. Lo scalatore sudamericano di Combita non è in grado più di staccare gli avversari in salita. Nel lontano 2019, vinse una tappa al Tour e una alla Vuelta. Dopo essersi classificato per due volte secondo e una volta terzo alla Grande Boucle, ormai sembra un miraggio ad aggiudicarsi l’importante corsa francese.



Bilancio squadre 2021: EF Education- nippo

di Claudio Visci

Un bilancio estremamente tra alti e bassi ha definito la stagione della EF Education- Nippo. La formazione statunitense, infatti ha ottenuto solo sedici successi, con trionfi a livello World Tour, con quattro vittorie nei Grandi Giri. Il più forte del team americano è stato sicuramente il danese Magnus Cort Nielsen che è riuscito a conquistare ben tre frazioni alla Vuelta a Espana, una alla Route D’Occitanie e alla Parigi– Nizza, vivendo una stagione esaltante. Dopo aver vinto la crono alla Parigi– Nizza, lo svizzero Stefan Bissegger si è ripetuto nelle tappe al Romandia e Benelux. L’altro danese Michael Valgren, che nel giro di 24 ore ha trionfato al Toscana e Sabatini. Il toscano Alberto Bettiol si è imposto nella frazione di Stradella al Giro d’Italia, ma resta il rammarico all’Olimpiade nella prova su strada, quando era con il gruppetto dei migliori, un maledetto crampo ha posto fine alla sua corsa. Molto bene, l’australiano Nelson Powless, autore di un’importante successo alla Clasica San Sebastian. Tra le delusioni, il britannico Hugh Carthy. Reduce dal podio della Vuelta 2020, il 27 enne di Fulwood partecipa al Giro d’Italia concluso all’ottavo posto, mentre alla Vuelta si ritira dopo solo sei giornate. Non sono stati all’altezza delle previsioni, anche il portoghese Ruben Guerreiro, l’ecuadoriano Jonathan Caicedo e il colombiano Sergio Higuita.



Le cinque delusioni del 2021: Arnaud demare

di Claudio Visci

Il forte velocista transalpino Arnaud Demare, dopo un 2020 super con 14 vittorie, tra cui quattro tappe al Giro d’Italia, quest’anno ha deluso le aspettative, confermando sì le 8 vittorie ma di poco livello, tra cui solo la prestigiosa Parigi– Tour nel finale di stagione. Il 30 enne, capofila della Groupama- FDJ diretta dall’ex professionista Marc Madiot non ha mai dimostrato soprattutto nelle volate il suo spunto veloce, sconfitto sia al Tour e alla Vuelta. Il corridore di Beauvais, professionista dal 2012 nella sua carriera ha conquistato una Milano- Sanremo nel 2016, una Parigi– Bruxelles, tre titoli nazionali, e tappe al Giro e al Tour.



Stasera “Radiocorsa”

di Claudio Visci

Alle 18,50 negli studi di Milano, appuntamento ogni giovedì del programma “Radiocorsa”. In studio Andrea De Luca e Beppe Conti, ospite Marco Villa, il Commissario Tecnico della pista. Nella puntata odierna, interviste al fenomeno sloveno Tadej Pogacar, al piemontese Filippo Ganna, olimpionico e mondiale, e l’abruzzese Giulio Ciccone. Nel suo indiscreto il giornalista Conti racconterà le ultime notizie su una formazione World Tour italiana e la riapertura della terza inchiesta relativa alla tragedia di Marco Pantani.



Tadej Pogacar conquista il Velo’ d’or

di Claudio Visci

Il fenomeno sloveno Tadej Pogacar viene eletto per la seconda volta consecutiva, vincitore del premio Velo’ D’Or 2021. Il capitano dell’UAE Emirates, vincitore del Tour de France, Liegi- Bastogne- Liegi e il Giro di Lombardia ha dominato ancora una volta di essere il corridore più forte del ciclismo mondiale. Al posto d’onore è arrivato il connazionale Primoz Roglic, vincitore della Vuelta a Espana. Completa il podio il belga Wout Van Aert.



Le cinque delusioni del 2021: Giulio ciccone

di Claudio Visci

Un’annata molto difficile per l’abruzzese Giulio Ciccone, 27 anni, di Sambuceto, alfiere della Trek- Segafredo, dopo la vittoria al Trofeo Laigueglia del 2020, non ha saputo ritornare ai massimi livelli. Lo scalatore abruzzese infatti indossò anche la mitica Maglia Gialla al Tour de France nel 2019. Nella prima parte del Giro d’Italia 2021 stava dietro a Egan Bernal, poi vincitore della Corsa Rosa. Una brutta caduta ha spento i suoi sogni di gloria. I suoi migliori piazzamenti sono stati, il posto d’onore a Campo Felice al Giro e il secondo posto in una frazione al Tour de Provence. Alla Vuelta a Espana si è ritirato a causa di un’altra caduta, terminando la stagione con risultati mediocri. Il 2022 sarà decisivo per l’atleta diretto da Luca Guercilena. Farà Giro e Tour.