Archivio mensile:Maggio, 2021

Ultim’ora. Il belga Merlier batte allo sprint nizzolo a novara al giro d’Italia



Giro d’Italia. 2° tappa domenica 9 maggio: stupinigi- Novara km 179

di Claudio Visci

La seconda giornata del Giro d’Italia prenderà il via dalla settecentesca Palazzina di Caccia di Stupinigi,Nichelino, per concludersi a Novara dopo 179 km. A Montechiaro d’Asti il G.P.M. di quarta categoria, per assegnare la prima Maglia Azzurra. Poi, gli sprint valevoli per i Traguardi Volanti di Tricerro e Vercelli, prima di arrivare a Novara, che torna ad ospitare la Corsa Rosa dopo 53 anni.

Favoriti: Merlier, Sagan, Nizzolo, Viviani, Ewan.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Stupinigi, è una frazione di Nichelino, vicino a Torino, 200 abitanti, c’è la Palazzina di Caccia, fra i complessi settecenteschi più straordinari in Europa, costruita nel 1729. Da visitare il Parco naturale, la Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Maggiore, il Castello della Rovere di Vinovo.

Tra i piatti tipici, da mangiare gnocchi con sugo di salsiccia, gnocchi alla zucca, carne verticale con pezzi di formaggio. Tra i dolci, pera cotta al barolo, brunet di mandorle.

Novara, è un importante polo industriale e commerciale. Simbolo della città è la Cupola della Basilica di San Gaudenzio di Alessandro Antonelli. Di particolare interesse anche il Campanile di Benedetto Alfieri, il Porticato della piazza del Duomo. La Chiesa di San Martino, l’Abbazia di San Nazzaro della Costa, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Tra i piatti tipici: il risotto alla gorgonzola, la paniscia a base di riso, il bagnet a base di prezzemolo, aglio e acciughe e le rane fritte. In città i più famosi sono sicuramente i biscotti di Novara(camporelli), dal celebre biscottificio novarese, il pane di San Gaudenzio e il dolce della Cattedrale.

In alto: Novara, la Basilica di San Gaudenzio



Tour rwanda. Restrepo firma la crono a kigali

di Claudio Visci

L’Androni- Sidermec va a segno con il 26 enne colombiano Jhonatan Restrepo che domina la cronometro di Kigali di 4,5 km. Restrepo alla prima vittoria stagionale ha preceduto di un solo secondo lo statunitense Alex Hoehn(Wlidlife Generation) e di 2″ il francese Alain Boileau(B&B Hotels), vincitore di tre tappe. Lo spagnolo Cristian Rodriguez(Total Direct Energie) conserva la maglia di leader della corsa africana. Oggi ottava e ultima frazione sul circuito di Kigali.



Vuelta algarve. Kasper asgreen domina la crono a lagoa. Hayter mantiene la maglia

di Claudio Visci

Il danese Kasper Asgreen è tornato alla vittoria nella quarta tappa della Vuelta Algarve, la cronometro individuale a Lagos di 20,3 km. Il portacolori della Deceuninck, vincitore del Fiandre, si è aggiudicato la prova distanziando di 3″ il portoghese Rafael Reis(Efapel). Sul podio il francese Benjamin Thomas(Groupama) a 9″ secondi. Il britannico Ethan Hayter(Ineos) nonostante una brutta caduta nel finale mantiene il comando della generale. Oggi quinta e ultima frazione con l’arrivo in salita a Malhao di km 170.

Ordine d’arrivo:1. Asgreen Kasper(Deceuninck Quick- Step) km 20,3 in 23’52”, media 49,350

2. Reis Rafael(Epafel) a 3″

3. Thomas Benjamin(Groupama) a 9″

4. Guernalec Thibault(Team Arkea- Samsic) a 19″

5. Politt Nils(Bora- Hansgrohe) a 28″



Dilettanti. Romano batte piccolo e quartucci a castiglion fiorentino

di Claudio Visci

Il siciliano Francesco Romano del Velo Racing Palazzago si afferma in volata precedento Simone Piccolo(Virus Vigevano) e Lorenzo Quartucci della Zalf. Si è corso a Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo, nel Trofeo Menci. È la seconda vittoria stagionale dell’ex professionista Romano, dopo il successo nella prima tappa del Giro di Romagna per Dante Alighieri.

Ordine d’arrivo:1. Romano Francesco(Velo Racing Palazzago) km 153 in 3.39’30”, media 41,920

2. Piccolo Simone(Viris Vigevano)

3. Quartucci Lorenzo(Zalf Euromobil Fior)

4. Colnaghi Luca(Trevigiani Campana Imballaggi)

5. D’Amato Andrea(Iseo Serrature Rime)



Giro d’Italia. Prima maglia rosa al magnifico filippo ganna, secondo affini

di Claudio Visci

È partito con una cornice di pubblico eccezionale e straordinario il 104 Giro d’Italia. Una prestazione di assoluto rilievo per il gigante Filippo Ganna(Ineos Grenadier) che ha percorso 8,6 km in 8’47”, volando alla media di 58,700. Al posto d’onore l’altro azzurro, il sorprendente Edoardo Affini(Jumbo- Visma con un ritardo di 10″ dal fuoriclasse piemontese. Terzo sul podio il norvegese Tobias Foss, compagno di squadra di Affini. Per il secondo anno consecutivo Ganna conquista la Maglia Rosa, dopo quella di Palermo nell’ottobre scorso. Tra gli uomini di classifica, il portoghese João Almeida(Deceuninck Quick- Step) che ha chiuso la prova a 17″ secondi dal vincitore finendo quarto. Quinto il francese Rémi Cavagna(Deceuninck Quick- Step) uno dei favoriti della vigilia. Decimo posto per Gianni Moscon(Ineos Grenadier) a 23″ secondi. Ottimo Vincenzo Nibali a 42″. Domani è in programma la seconda frazione, da Stupinigi a Novara di km 179. Arrivo adatto ai velocisti.

Ordine d’arrivo:1. Ganna Filippo(Ineos Grenadier) km 8,6 in 8’47”, media 58,758

2. Affini Edoardo(Jumbo- Visma) a 10″

3. Foss Tobias(Jumbo- Visma) a 13″

4. Almeida João (Deceuninck Quick Step) a 17″

5. Cavagna Rémi (Deceuninck Quick Step) a 18″

6. Van Emden(Jumbo- Visma)

7. Evenepoel Remco(Deceuninck Quick- Step) a 19″

8. Walscheid Maximilian(Team Arkea- Samsic)

9. Brandle Matthias(Israel Start Up- Nation) a 22″

10. Moscon Gianni(Ineos Grenadier) a 23″



Ultim’ora. Ganna strepitoso e prima maglia rosa!



Giro d’Italia. 1 tappa sabato 8 maggio Torino- cronometro km 8,600

di Claudio Visci

Scatta oggi da Torino, con la cronometro individuale di 8,6 km, la 104 edizione del Giro d’Italia: conclusione domenica 30 maggio a Milano dopo 21 tappe per un totale di 3.480 km. In gara ci sono 184 corridori di 23 squadre: il più giovane è l’ucraino Ponomar, 18 anni, il più vecchio è l’olandese De Koert, 38 anni. Gli italiani in gara sono 55.

Alle ore 14,00 parte l’italiano Tagliani, l’ultimo il belga De Bondt. La crono prevalentemente pianeggiante con la partenza dal Borgo medievale del Valentino e arrivo a Piazza Castello dopo 8,6 km di corsa.

Favoriti: Ganna, Cavagna, Campenaerts.



Giro d’Italia. Storia e gastronomia

di Claudio Visci

Torino, città piemontese storica è il terzo complesso economico- produttivo del Paese e costituisce uno dei maggiori poli universitari, artistici e culturali d’Italia. Da visitare il Palazzo Reale visto da Piazza Castello, il Monumento Emanuele Filiberto di Savoia in Piazza San Carlo, Piazza Vittorio Veneto con la Mole Antonelliana. Inoltre, altri reperti storici come il Museo Egizio, il Palazzo Madama, la Cattedrale di San Giovanni e la famosa Basilica di Superga.

Tra i piatti tipici di Torino, da assaporare il vitello tonnato, gli agnolotti, Tajarin al tartufo bianco d’Alba, brasato al barolo. La capitale del Piemonte è sicuramente la città del cioccolato in Italia: i gianduiotti, i dolci cremini, la classica cioccolata calda, i baci di dama, i torcetti, le paste di meliga. E poi, San Simone, il famoso amaro alle erbe.

In alto, Piazza San Carlo.