Archivio mensile:Dicembre, 2019

Ciclocross, trionfo epico Di Van Der Poel a Namur

di Claudio Visci

Giornata da tregenda, con pioggia, freddo e molto fango, in quel di Namur, in Belgio, dove si è disputato il Gran Premio Citaldecross, valevole come 6° prova di Coppa del Mondo. Un duello spettacolare, incredibile ed emozionante, con tanti colpi di scena, su di un percorso duro e selettivo. Il belga  Toon  Aerts, alla fine del quarto giro, accelera e stacca Van Der Poel, che dopo una rovinosa caduta di Aerts il campione del mondo riprende il temibile rivale e  trionfa ancora una volta in solitario. Al posto d’onore Toon Aerts, arriva distrutto e avvilito moralmente, dato che aveva in tasca la vittoria. Terzo posto per Corne’  Van Kessel che precede il giovanissimo inglese Tom Pidcok e Merlier. Ad ogni modo Toon Aerts, nonostante la dura sconfitta in uno scontro epico con  Mathieu Van Der Poel,  si consola e riprende il comando nella classifica della Challenge UCI.  Gli angeli del fango sono impegnati il 26 dicembre, ultima gara del 2019 a Zolder, in Belgio, nella 7 prova di Coppa del Mondo.

 



Bilancio Squadre UCI Professional 2019 Androni- Sidermec

di Claudio Visci

Cominciamo ad analizzare il bilancio 2019 delle 4 formazioni italiane che compongono le Professional Team , cioè subito sotto al World Tour, che per correre con i grandi e le classiche importanti hanno certamente bisogno dell’invito di 4 wild card. La prima squadra è la Androni- Sidermec del patron Gianni Savio, che continua a mietere successi, non solo ha rivinto la Ciclismo Cup, rimanendo al top del ciclismo italiano, ma è stata in grado di centrare una tappa importante del Giro d’Italia. Il prestigioso trionfo alla corsa rosa, a San Giovanni Rotondo ha dimostrato che Fausto Masnada, il 26 enne, corridore di Bergamo ha la stoffa per competere con i grandi del  ciclismo internazionale. Sempre costanti Mattia Cattaneo, una stupenda vittoria al Giro dell’Appennino, mentre  Andrea Vendrame  ha colpito al Trofeo Leon e al Circuito de la Sarthe, in Francia. Il veloce  Matteo Pelucchi si aggiudica 2  corse, al Tour de Langkwai e una tappa al Sibiu Tour in Romania. Una stagione di buon livello per  Manuel Belletti, vincitore di due volate  magistrali al Giro D’Ungheria e alla Settimana Coppi e Bartali. Un risultato minore da parte di  Francesco Gavazzi al Tour de Limousin. Troppo poco del velocista di Morbegno. Due corridori di spessore ed esperienza come  Matteo Montaguti e Matteo Busato  hanno deluso le aspettative. Tra le partenze al World Tour: Fausto Masnada andrà a rinforzare la CCC polacca. Andrea Vendrame si accasa alla AG2- La Mondiale e Mattia Cattaneo alla Deceuninck- Quick Step.  Tra gli arrivi il promettente ecuadoriano Alexander Cepeda. Il team biancorosso ha conquistato 32 vittorie.

 

 



Dilettanti under 23 professionisti nel 2020

di Claudio Visci 

Un grande numero di dilettanti under 23, che passeranno professionisti nella stagione agonistica 2020. Al momento sono circa 30 giovani che hanno già firmato per una squadra professionisti, di cui ben 8 atleti andranno a far parte di una formazione World Tour. Il campione del mondo Samuele Battistella, vincitore del mondiale a Yorkhire, passa con il compagno di squadra nei dilettanti, Matteo Sobrero nel team NTT. Il velocista Alberto Danese, fresco vincitore del titolo europeo, passa con la Sunweb, mentre Andrea Bagioli,  plurivittorioso della stagione 2019, andrà alla corazzata Deceuninck- Quick Step. Stefano Oldani va in Belgio alla Lotto Soudal. Il velocista Attilio Viviani, si accasa con il celebre fratello Elia alla Cofidis. La Mithelton Scott ingaggia il russo Alexandar Konichev, figlio dell’ex professionista Dimitri Konichev, secondo e terzo posto ai mondiali del 1989 e 1992, con le vittorie di Greg Lemond a Altenrhein e Gianni Bugno a Stoccarda. Nicola Venchiarutti,  Simone RavanelliMattia Bais hanno firmato per l’Androni Sidermec del patron Gianni Savio. Dopo una stagione molto deludente, la Bardiani CSF, diretta da Roberto Reverberi, punta ancora su questi giovani: Nicolas Dalla ValleAlessandro Monaco, Filippo Fiorelli, Fabio Mazzucco Filippo ZanaCristian Scarponi alla Gazprom Rusvelo e Luca Mozzato andrà a far parte della Vitale Concept. Il team Epowers Factory, la formazione ungherese del manager Tama’ Pocze, ha annunciato che la squadra non ci sarà nel 2020. Avevano trovato l’ingaggio 9 corridori italiani, oltre al veterano Davide Rebellin.



Van Der Poel vince facile in Belgio

di Claudio Visci

Il cannibale Mathieu Van Der Poel si aggiudica alla grande a San Niklaas, in Belgio, nel Waaslancross prova internazionale. Il corridore della Corendon Circus, ha preceduto rispettivamente nella sua cavalcata solitaria, il belga Quentin Hermans e  terzo Thomas Pidcock. In campo femminile, trionfa Zanne Cant su Aniek Van Alphen. Domani, si replica a  Namur nella prova valevole per la Coppa del Mondo. Tra gli azzurri al via ci saranno Jakob Dorigoni e Filippo Fontana, mentre tra le donne partecipano Eva Lechner e Alice Arzuffi.



Bilancio squadre World Tour 2019 Deceunink- Quick Step

di Claudio Visci

Ancora un anno impressionante di trionfi e grandi successi per la formazione belga della Deceunink- Quick Step, diretta dal patron Patrick Lefevre. Concludiamo oggi la rassegna dei bilanci dei 18 team World Tour che hanno entusiasmato la stagione agonistica 2019. La corazzata stellare, con a capo il manager Roberto Amadio, ha conquistato 68 vittorie, che ancora una volta incoronano la squadra piu vincente al mondo. Anche in questo 2019, quindi, i numeri sono esaltanti: 140 podi, 41 successi di tappa nelle corse a tappe, 2 classiche “Monumento”, 35 centri nel World Tour. Il fuoriclasse francese Julian Alaphilippe, pluvincitore con un bottino di 12 vittorie. Anche nella Ranking Mondiale dei gruppi sportivi vede lo strapotere dei team World Tour al comando con 14.835 punti. Nella classifica mondiale individuale Alaphilippe viene preceduto da Primoz Roglic. Una primavera strepitosa con le stupende vittorie, alle Strade Bianche, alla Milano- Sanremo e alla Freccia Vallone. La sorpresa invece al Tour de France, vincitore di 2 tappe e maglia gialla per 15 giorni. Parlando dei giovani, ci viene in mente il fenomeno del ciclismo internazionale, 19 enne di Schepdaal, ha conquistato 4 vittorie pesanti, tra cui la Clasica di San Sebastian, con un attacco da grande campione navigato. Elia Viviani, il velocista veronese, capace di vincere 11 volte; una tappa al Tour e al campionato europeo. Elia lascia lo squadrone belga per accasarsi nel 2020 alla Cofidis. Nonostante i suoi 37 anni, il belga Fhilippe Gilbert ha dimostrato il suo carisma, aggiudicandosi da re la Parigi- Roubaix. Anche gli altri due velocisti, i giovani Fabio Jakobsen e Alvaro Hodeg, hanno dato il loro contributo in termini di vittorie, con 7 successi ciascuno. Un posto d’onore al Giro delle Fiandre alle spalle di Alberto Bettiol, per il danese Kasper Asgreen, autore di una stagione altalenante. Il francese Rémi Cavagna, spesso all’attacco e vincitore di una tappa alla Vuelta di Spagna. Tra le note dolenti della stagione Bob Jungels, vincitore solo della Kuurne-Bruxelles-Kuurne. Il lussemburghese respinto decisamente nelle ckassiche del nord e nel Giro d’Italia.
Parte forte all’inizio lo slovacco Zdenek Stybar, vincitore di due semi-classiche in Belgio.In ombra nel resto della stagione, che non riesce ad emergere, neanche al mondiale. Ci si aspettava molto anche dallo spagnolo Enric Mas dopo il posto d’onore alla Vuelta 2018, non riesce mai a decollare, a parte la vittoria a fine stagione, in Cina al Tour of Guangxi. Tra i nuovi arrivi nel 2020, a parte la conferma dei grandi campioni citati prima, indosseranno la nuova casacca bianco-azzurra il temibile velocista irlandese Sam Bennett e gli azzurri Mattia Cattaneo, Davide Ballerini e il neoprofessionista Andrea Bagioli.



Van Der Poel e Roglic sportivi dell’anno nei loro paesi

di Claudio Visci
Il fenomenale olandese Mathieu Van Der Poel, è stato premiato ad Amsterdam atleta sportivo dell’anno 2019. Il corridore della Corendon Circus, campione europeo e campione mondiale di ciclocross ha battuto allo sprint due colossi dello sport olandese come il pilota della Red Bull di Formula 1 Max Verstrappen, terzo al mondiale 2019, e il calciatore Virgil Van Djik,difensore del Liverpool, vincitore della Champions League di calcio. Un riconoscimento speciale che premia uno straordinario atleta, oltre re del fango, autore di imprese clamorose anche su strada, aggiudicandosi due classiche di prestigio come la Freccia del Brabante in Belgio e l’Amstel Gold Race in casa.
Anche Primoz Roglic, lo sloveno e stato eletto in Slovenia sportivo 2019, dopo un anno da protagonista indiscusso. Si è imposto da dominatore alla Vuelta di Spagna e con un brillante terzo posto al Giro d’Italia. Ha superato la concorrenza del campione del mondo di motocross Tim Gajser. Completa il podio Luka Dondic, il fenomeno di basket NBA. Dunque, due grandi campioni delle due ruote che vengono premiati sportivi dell’anno nei loro paesi. Il ciclismo sale in cielo.



Calendario delle gare di Gran Fondo del Lazio

di Claudio Visci
Cominciamo ad aprire una pagina dedicata al ciclismo amatoriale nel Lazio. Nella prossima stagione 2020 seguiremo le gare e commentiamo i risultati nelle 4 province laziali. Nel programma del calendario delle Gran Fondo, si comincia il 1 marzo 2020 a Vetralla(VT) km 88,00. Il 29 Gran Fondo di Fara in Sabina a Passo Corese(RI). Il 5 aprile si corre a Forano(RM) km126,00. Il 26 la Garibaldina a Mentana(RM) km113.
Il 1 maggio la Gran Fondo di Cassino(FR) km117,00. Due giorni dopo, il 3 maggio si affronta la Gran Fondo Castelli Romani a Lariano(RM). Il 31 maggio la Gran Fondo di Anagni(FR).
Il 7 giugno nella Gran Fondo Terminillo Marathon a Rieti di km 164,600. Il 14 giugno Gran Fondo Citta di Latina, mentre il 21 giugno la Gran Fondo Valerio Agnoli a Fiuggi, dedicata al professionista laziale, fedele gregario del grande Vincenzo Nibali, adesso ancora senza contratto per il 2020.
Il 5 luglio a Roccasecca(FR) nel medio fondo di km 103,00. Si conclude la stagione alla Gran Fondo di Subiaco(RM) il 6 settembre.
Da ricordare che parte il 1°Giro Ciclistico Internazionale del Lazio in 4 tappe: il 30 maggio a Tor Vergata(RM); il giorno dopo 2° frazione a San Vito Romano(RM). La terza tappa e in programma il 1 giugno a Cave(RM) e il 2 giugno ultima tappa conclusiva a Velletri (RM).



World Tour: i corridori senza contratto nel 2020

di Claudio Visci

Sono 10 i ciclisti che appartengono ai team del WorldTour  ancora oggi senza contratto per la prossima stagione agonistica del professionismo 2020. Sono tre gli italiani che non trovano un rinnovo o una nuova sistemazione, oppure la decisione di chiudere la propria carriera. Alcune trattative sono in corso e speriamo che vadano in porto.

Bahrein- Merida

Valerio Agnoli (ITALIA

Andrea Garosio (ITALIA

Domenico Pozzovivo (ITALIA

Meiyin Wang (CINA

AG2 La Mondiale

Gediminas Bagdonas (LITUANIA

Bora- Hansgrohe

Leopold König (REPUBBLICA CECA)

Dimension Data

Bernhard Eisel (AUSTRIA

Katusha- Alpecin

Ian Boswell (UNITI STATI AMERICA)

Trek- Segafredo

Alex Frame(NUOVA ZELANDA)

Team Sunweb

Jan Bakelants (BELGIO)

 

 

 

 

 

 



Il programma di Aru nel 2020: prima il Tour de France e poi i Giochi di Tokyo

di Claudio Visci

Dopo un anno disastroso e da dimenticare, il sardo Fabio Aru lavora duramente con la sua squadra la UAE Emirates, nel ritiro di Benidorm in Spagna, il”Cavaliere dei quattro Mori”, ha svelato alla stampa il suo programma definitivo della prossima stagione, quasi decisiva del campione italiano. In un’intervista alla gazzetta sportiva, ha dichiarato;”sto ripartendo, la condizione non può essere buona, ma le sensazioni sono belle, perché sto tornando ad essere un ciclista a tempo pieno”. Come anticipato, il sardo sarà al via del Giro d’Italia, ma il grande obiettivo sarà il Tour de France. Lo scalatore disputerà la prima gara stagionale nel Tour of Colombia, prima di un periodo di allenamento in altura.  Poi, il corridore dell’UAE Emirates farà rotta alla Tirreno- Adriatico, la Liegi- Bastogne Liegi e il Romandia. Se avrà una buona condizione fisica e se il Commissario Tecnico della nazionale azzurra Davide Cassani lo convoca, farà l’Olimpiade di Tokyo, e un mondiale a cui puntare decisamente, su di un percorso molto impegnativo, ad Aigle- Martigny, in Svizzera.

 



Bilancio squadre World Tour 2019 UAE Team Emirates

di Claudio Visci

Dopo un deludente 2018, la compagine emiratina del manager Giuseppe Saronni, è riuscita ad ottenere 31 vittorie. Il talento giovanissimo dello sloveno Tadej Pocagar, esploso come una bomba, soprattutto alla Vuelta di Spagna, ha salvato in parte il bilancio nei Grandi Giri. Da un lato ancora la stagione deludente di Fabio Aru. Il sardo, dopo la  Vuelta vinta nel 2015, il secondo e il terzo posto al Giro d’Italia, in questi ultimi due anni non si è più ritrovato, anche a causa di ripetuti infortuni, l’ultimo ad aprile operato all’arteria iliaca della gamba destra. È un campione che manca tanto al ciclismo italiano, sperando che il 2020 sia per certi versi decisivo. Degli altri delusi della stagione sono Daniel Martin Rui Costa mai pimpanti nei risultati. E veniamo al grande protagonista della stagione: Tadej Pogacar è stato una delle rivelazioni fin dall’inizio, con la conquista della classifica generale della Volta Algarve e Giro di California. Poi è proseguita con tre tappe vinte e il terzo gradino alla Vuelta di Spagna. Leggermente al di sotto le aspettative, il colombiano Fernando Gaviria, in grado comunque di centrare una tappa alla Vuelta San Juan, una tappa all’Abu Dabi e la tappa di Orbetello al Giro d’ Italia. Conclude con altri due successi al Tour of Guangxi. Il norvegese Alexander Kristoff si afferma in 7 gare. La più importante: la Gand-Wevelgem. Da menzionare le vittorie dei molti giovani; il promettente velocista Jasper Philipsen al Tour Dow Under; il colombiano Sebastian Molano al Tour Colombia; il bielorusso Aliaksandr Riabushenko, vincitore alla Coppa Agostini. Per quanto riguarda gli italiani il migliore è stato Diego Ulissi, che centra 3 vittorie, mentre il laziale Valerio Conti si è messo in mostra al Giro d’Italia indossando per alcuni giorni la maglia rosa. Nel 2020 il team arabo si rinforza con il campione italiano Davide Formolo, il neoprofessionista Alessandro Covi, David De La Cruz e Joe Dombrowski.